Alborosie e Shengen Clan all’Estragon di Bologna

Alborosie e Shengen Clan all’Estragon di Bologna

E’ finalmente arrivato il ritorno di Alborosie in Italia: insieme a Shengen Clan l’icona del reggae si è esibito dal vivo per un nuovo club tour sabato 3 dicembre all’Hall di Padova, ieri sera sabato 10 all’Estragon di Bologna, mentre si esibirà domenica 11 all’Hiroshima Mon Amour di Torino e venerdì 16 al Live Music Club di Trezzo sull’Adda (MI) in occasione dell’evento benefico Reggae ‘n’ Fra.

 

Le prevendite per gli show sono acquistabili sui circuiti ufficiali Mailticket e Ticketone.

 

ALBOROSIE & SHENGEN CLAN
CLUB TOUR 2022
11.12.2022 – Hiroshima Mon Amour – TORINO
16.12.2022 – Reggae ‘n’ Fra @Live Music Club – TREZZO SULL’ADDA (MI)

 

Prevendite disponibili sui circuiti ufficiali
Per info: www.bpmconcerti.com

 

Alborosie nasce nel 1977 a Marsala, in Sicilia, e nelle sue vene scorre un mix di sangue siculo-calabro-pugliese. Da ragazzo si trasferisce nel nord Italia a Milano e in seguito a Bergamo dove incomincia la sua carriera musicale con i Reggae National Tickets, con cui vende circa 200.000 copie in sette anni di attività e partecipa al Reggae Sumfest in Giamaica.

Terminata l’esperienza col gruppo dei R.N.T., decide di intraprendere un viaggio alla scoperta delle radici della musica reggae e della cultura rastafari e nel 2001 si trasferirsce definitivamente in Giamaica. Grazie al rapporto di fiducia con il produttore e discografico Jon Baker (ex componente della Island Records etichetta che lancio Bob Marley in tutto il mondo) incomincia collaborare con gli studi di registrazione GeeJam Studios di Port Antonio. Dopo qualche anno fonda la sua etichetta indipendente Forward Recordings, uno studio di registrazione a Kingston e ottiene un ottimo successo, non solo in Giamaica, con singoli quali “Herbalist” e soprattutto Kingston Town.

 

Il suo primo album da solista, “Soul Pirate”, esce a settembre 2008 per Forward Recordings.
Nel 2009 Alborosie torna in Italia e in Europa affiancato dalla “Shang Yeng Clan” per presentare il suo nuovo disco con Greensleeves Records “Escape from Babylon”, in uscita a giugno e con featuring di personaggi come Dennis Brown e Gramps Morgan dei Morgan Heritage.

 

Nel 2011 esce per VP Records il suo terzo album “2 Times Revolution” che riscontra un successo enorme in tutto il mondo. Nel mese di settembre dello stesso anno, viene candidato al M.O.B.O. (Music of Black Origin) Awards nella categoria “Best Reggae Act 2011” per poi vincerlo, arrivando davanti ad artisti di fama mondiale quali Nas, Damian Marley, Mavado, Khago e diventando il primo artista bianco a vincere un premio dedicato alla musica Black.

Il 10 febbraio 2013 è stato proiettato in anteprima mondiale durante il Festival di Berlino “Journey To Jah”, un film-documentario che vede protagonisti Alborosie e Gentleman, realizzato dai registi Noël Dernesch e Moritz Springer: un viaggio autobiografico e nella ricerca della loro identità e spiritualità nella terra del reggae e della cultura rasta: la Giamaica.

Nel 2013 esce “Sound the System” per l’etichetta VP Records, un album roots che porterà Alborosie ad un lunghissimo tour mondiale. Il 2016 è l’anno di “Freedom & Fyah” che vanta al suo interno collaborazioni d’eccellenza tra cui le stelle del reggae Protoje e Ky-Mani Marley e nuove voci come Sandy Smith e Sugus. Lo stesso anno a pochi mesi di distanza un altro imponente progetto vede Alborosie in veste di produttore discografico, “The Rockers”, con Jovanotti, Giuliano Sangiorgi, Fedez & Sandy Smith, Elisa e Nina Zilli, 99 Posse, Africa Unite, Sud Sound System, Boomdabash, Vacca, Caparezza e Après La Classe.
Nel 2018 esce “Unbreakable” insieme alla mitica band di Bob Marley “The Wailers” e nel 2021 il suo ultimo lavoro “For The Culture”.

Nel 2020, esattamente il 26 giugno, collabora con il rapper Gué Pequeno nell’album di quest’ultimo Mr. Fini nella traccia “Dem Fake”, terza collaborazione in un brano rap italiano dopo il successo del 2011 in “Legalize the Premier” di Caparezza (disco d’oro) e del 2007 nel album “Bugiardo” di Fabri Fibra.

 

Si ringrazia Roberta Leone di Astarte Agency e Bpm Concerti

 

Foto a cura di Emanuel Giordani

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi