L’esperienza multisensoriale di Yuval Avital al Teatro Comunale L.Pavarotti di Modena

L’esperienza multisensoriale di Yuval Avital al Teatro Comunale L.Pavarotti di Modena

Il Teatro Comunale L. Pavarotti ha ospitato la prima mondiale di Fuga Perpetua, opera icono-sonora dell’artista israeliano Yuval Avital.

Eseguita da Meitar Ensemble, sullo sfondo di proiezioni realizzate con il contributo di Andrea Trivero, accompagnata da Mobile Sound Theatre e folla vocale, ha narrato in modo splendidamente poetico e toccante, il tribolato vissuto dei rifugiati.

Il pubblico ha potuto vivere, per tutta la durata della performance, un’esperienza multisensoriale, che ha spostato il punto di vista dall’osservazione oggettiva della realtà, alla percezione emozionale degli stati d’animo e delle tematiche che accompagnano la quotidianità di una persona in fuga costante.

Priva di suggerimenti e/o conclusioni prestabilite, consegna all’osservatore uno spunto di riflessione attraverso il linguaggio dell’arte, che qui ritrova la sua massima espressione ed all’interno della quale il pubblico viene completamente immerso.

Lontana dal mero utilizzo estetico, l’arte diviene il mezzo per unire gli animi umani.

Il Teatro, in modo del tutto atipico rispetto alla sua tradizione storica, diviene scenario di cronaca attuale, mostrando la realtà nuda e cruda, sino ad ospitare tra il pubblico gli stessi personaggi protagonisti della narrazione.

Il pubblico, in questo modo, entra a far parte dell’opera d’arte stessa: che non potrebbe, quindi, essere più autentica.

Prossime date:
Brighton Festival, Inghilterra, 20 Maggio 2016
Nottingham Lake Side Arts Center, Inghilterra, 22 Maggio 2016.

Si ringrazia lo staff del Teatro Comunale L. Pavarotti e l’agenzia stampa del Maestro Yuval Avital, per la gentile collaborazione.

Testo e foto a cura di Giulia Damiani ed Elena Arzani

You might also like

REPORTAGE

Il Cinzia Roncelli Quintet feat. Max Ionata incanta il Crema Jazz Art Festival

Dopo la magica esibizione del duo composto da Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura (QUI il reportage), che hanno ufficialmente inaugurato la seconda edizione del Crema Jazz Art Festival, nel

REPORTAGE

L’amore incontrastato di Milano per Bruce Springsteen è sempre più vivo

Il connubio tra Bruce Springsteen e lo stadio di San Siro di Milano dura ora mai da 31 anni e sembra più solido che mai. Le generazioni si susseguono una ad

RECENSIONI

The Darkness: il live report Bologna

La band inglese dopo due dischi di successo, usciti agli inizi degli anni 2000, si sciolse come neve al sole,  soprattutto per colpa degli abusi di cocaina e di alcol di Justin