Ucciso in Florida il giovane rapper XXXTentacion

Era considerato una delle stelle nascenti del panorama rap americano, ma oggi la sua luce si è spenta per sempre. Jahseh Dwayne Onfroy, conosciuto ai più con il nickname di XXXTentacion, è stato ucciso a colpi di pistola mentre usciva da un concessionario di moto di Fort Laudardale (Florida) sulla sua Lamborghini fiammante.

La polizia è sulle tracce di due uomini a bordo di un suv, che avrebbero tentato di rapinare il musicista, ma non è esclusa nessuna pista.
Dopotutto è facile accomunare la fine del giovane rapper a quella del leggendario Tupac, morto anche lui in una sparatoria, le cui dinamiche risultano – ancora oggi – poco chiare.

XXXTentacion aveva solo 20 anni e ne aveva già passate tante: a soli 6 anni finì in galera per la prima volta, per aver pugnalato un uomo, colpevole di maltrattare la madre. Crebbe in un ambiente difficile e violento, e probabilmente il suo carattere irascibile non lo aiutarono di certo a stare lontano dai guai. 
Il rapper, infatti, era quasi più famoso per i suoi trascorsi giudiziari che per la sua musica, anche se in molti – oggi – riconoscono il suo valore come artista.



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi