X Factor 2017: tutti pazzi per Harry Styles, il pubblico elimina Sem&Stenn

X Factor 2017: tutti pazzi per Harry Styles, il pubblico elimina Sem&Stenn

Prosegue la corsa verso la finale di questa 11esima edizione di X Factor Italia, giunta al suo terzo live. Alessandro Cattelan, padrone di casa alla X Factor Arena, apre le danze ed accoglie i giudici tra l’ovazione del pubblico in studio, spiegando che, anche questa sera, il meccanismo di votazione (ed eliminazione) sarà il solito: due manche, il concorrente meno votato di ognuna andrà al ballottaggio finale.

La puntata di oggi è dedicata alle canzoni che hanno animato questo terzo millennio, pertanto i giudici hanno dovuto scegliere per i loro protetti solo brani pubblicati tra il 2001 ed il 2017. 
E la gara entra subito nel vivo con Camille Cabaltera, per la quale Levante questa sera ha scelto il particolare brano Royals di Lorde. La 17enne porta sul palco un’energica versione del brano, per il quale ha deciso di scrivere anche alcune barre rap.
Finalmente un pezzo in inglese per i Ros, che stasera presentano la personalissima versione del brano Supermassive Black Hole dei Muse che incontra l’approvazione dei giudici. Scelta azzardata, vista la difficoltà tecnica del brano, ma che il trio ha saputo reggere senza problemi.
La palla passa poi al tenore Lorenzo Licitra, che dopo la teatrale performance della scorsa settimana, torna al pop con Sere Nere di Tiziano Ferro (canzone, tra l’altro, originariamente prodotta dal suo giudice Mara Maionchi). L’esibizione non è stata particolarmente apprezzata dai giudici, al contrario del pubblico che non trattiene le ovazioni.
E’ un’assegnazione “suicida” quella che Fedez ha fatto per Samuel Storm: Super Rich Kids di Frank Ocean non sembra proprio nelle corde del ragazzo, che sul palco non convince ed appare confuso. Stavolta il suo bellissimo timbro non basta per salvarlo dalle critiche.
Chiudono la prima manche i Maneskin che anche stasera portano sul palco un altro pezzo movimentato, Somebody Told Me dei The Killers: qualcuno comincia a chiedersi se questi ragazzi sappiano fare altro o se siano “tutto fumo e niente arrosto”.

Mentre la produzione raccoglie gli ultimi voti, Cattelan chiama sul palco il primo ospite della serata: Michele Bravi, che proprio sul palco di X Factor ha esordito, presenta un medley tra Il diario degli errori e Tanto per cominciare, i suoi ultimi due singoli.

Arriva, dunque, il verdetto: al ballottaggio, ancora una volta, andranno i Ros che sono risultati i meno votati dal pubblico.

La seconda manche viene inaugurata da Rita Bellanza che questa sera canta il bellissimo ma altrettanto difficile brano di LP, Lost On You, che si rivela un vero e proprio buco nell’acqua: la voce della ragazza non è nè matura nè adatta ad un brano del genere. 
Tocca poi ad Enrico Nigiotti che – dopo le critiche ricevute nelle precedenti esibizioni – stasera presenta Il Mio Nemico di Daniele Silvestri, un brano che sembra cucito su di lui, ma che i giudici non apprezzano, in quanto sembra che il ragazzo non riesca a far uscire la sua personalità.
Convincono sempre di più Sem&Stenn che stasera presentano con una performance davvero teatrale il brano Electric Feel degli MGMT. Il duo elettronico è certamente la rivelazione di quest’anno, con un percorso sempre in fase di miglioramento.
Fedez, invece, sceglie di dare una svolta al percorso intrapreso da Gabriele Esposito assegnandogli il brano Growing Up di Macklemore & Ryan Lewis feat. Ed Sheeran: buona la resa del ritornello, ma la strofa in salsa rap non fa proprio per lui.
Chiude l’amatissimo Andrea Radice che si è cimentato sulle note di I Need a Dollar di Aloe Blacc, un brano perfettamente nelle sue corde, che – purtroppo – assomiglia troppo all’originale.

Mentre al pubblico viene dato ancora un po’ di tempo per votare il favorito di questa manche, Cattelan annuncia l’arrivo sul palco di Harry Styles, il cui solo pronunciare il nome manda in visibilio le numerose ragazzine accorse alla X Factor Arena solo per lui. Il giovane cantante presenta sul palco il singolo del debutto solista: la ballad Sign Of The Times, grande successo radiofonico. Il conduttore si intrattiene con il cantante inglese per qualche domanda, e Styles ricorda che domani (oggi) sarà in concerto a Milano.

L’attenzione torna poi sulla gara con l’annuncio del secondo artista ad andare al ballottaggio finale: sono, purtroppo, Sem&Stenn. Manuel Agnelli si ritrova con una patata bollente tra le mani.
I Ros cantano Nessuno Mi Può Giudicare di Caterina Caselli mentre Sem&Stenn si cimentano con This Is Not A Love Song dei Public Image Ltd. C’è poco da fare: i giudici, di comune accordo, decidono di far scegliere al pubblico e chiamano il tilt.
Dopo pochi minuti, il verdetto è emesso: Sem&Stenn sono i terzi eliminati di questa edizione, con grande disappunto da parte dei giudici. Il pubblico non li ha capiti. Il duo non sembra sorpreso da questa decisione: sanno di essere “estremi” e sicuramente poco mainstream, almeno in Italia. Poco male, visto che Manuel Agnelli li ha voluti per aprire il concerto degli Afterhours che si terrà il prossimo 10 Aprile al Mediolanum Forum di Assago.

L’appuntamento si rinnova a giovedì prossimo, con un’altra intensa puntata di X Factor.

You might also like

EVENTI

Sanremo 2017: tutto pronto per il via

Non ci resta che partire. Il Festival di Sanremo è ai blocchi di partenza e come tradizione la giornata del lunedì è dedicata alla conferenza stampa di lancio della rassegna

NEWS

Chester Bennington: il coroner conferma le cause della morte

La scorsa settimana, che siate o meno fan dei Linkin Park, siamo stati sconvolti per la morte improvvisa di Chester Bennington, storico frontman della band nu-metal, trovato senza vita nella

NEWS

Serj Tankian con i Prophets Of Rage per ricordare Chris Cornell

Durante la loro performance al Rock Im Park Festival in Germania, i Prophets Of Rage – il supergruppo formato da alcuni membri dei Rage Against The Machine, Audioslave, Public Enemy