Watain: l’inferno al Live Club

Watain: l’inferno al Live Club

E’ nella domenica del signore che Trident’s Curse tour giunge al Live Club con la sua nuvola nera di metal estremo capitanata dagli svedesi Watain e accompagnati dai Rotting Christ e Profanatica.

Con il club dimezzato per l’occasione, alle 21 è l’ora dei greci Rotting Christ band molto famosa nel genere del black metal anche dovuta alla sua longevità. 
In questo tour i fratelli Tolis si concentrano sugli ultimi lavori della loro lunghissima discografia scaldando così il febbrile pubblico in attesa dei Watain.

Luci basse e musica martellante caratterizzano il cambio palco mentre cominciano a fare la loro comparsa le numerosi croci al rovescio che caratterizzano la scenografia del palco.

Sfortunatamente non è stato concesso alla band di utilizzare il fuoco nella scenografia, ma l’intrecciarsi delle luci rosse e il copioso fumo danno l’idea di essere scesi in un girone dell’inferno e la musica dei Watain non lascia di certo scampo: il più veloce e brutale black metal investe i presenti snocciolando i brani dell’ottimo Trident Wolf Eclipse (Furor Diabolicus, Nuclear Alchemy, Sacred Damnation ).
Ma la band svedese non è qui solo per promuovere il nuovo album, ma per promuovere il loro verbo oscuro, quindi spazio a The Child Must Died, Malfeitor per chiudere con The Serpent’s Chalice.

Bè di certo non un concerto adatto a tutti, ma che di certo hanno molto apprezzato gli amanti del genere.

 

Testo e fotografie a cura di Stefano Cremaschi.

Watain

no images were found

Rotting Christ

no images were found

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi