Un live per gli Invisibili a Scandiano

Un live per gli Invisibili a Scandiano

La Regione Emilia Romagna, in collaborazione con PER – Promoter Emilia Romagna e il Comune di Scandiano, ha scelto Scandiano per uno dei cinque concerti dedicati a sostenere “Gli Invisibili”, operatori dello spettacolo messi in seria difficoltà dall’emergenza sanitaria in atto.
Il concerto si terrà venerdì 9 ottobre prossimo e sarà il quinto e ultimo appuntamento di una rassegna che ha toccato, dopo l’apertura di Bologna, i territori di Argenta e Colorno, piccole cittadine con una comune sensibilità per il mondo della musica e con un forte legame con il mondo dello spettacolo.
Da qui la scelta di Scandiano con la sua Amministrazione comunale che, oltre alla tradizione radiofonica legata a K-Rock e al Corallo, da anni promuove e sostiene la grande musica italiana attraverso il progetto multidisciplinare festivaLOVE, quest’anno annullato proprio a causa dell’emergenza Covid.
Il concerto inizierà alle 20.30 e la location sarà Piazza Fiume, la piazza scandianese che tradizionalmente ospita le grandi serate musicali di festivaLOVE e che negli anni ha visto alternarsi sul palco Irene Grandi, Giovanni Allevi, Stefano Bollani, Nicola Piovani, Max Gazzè, i Tiromancino, Raphael Gualazzi.
Sul palco saliranno I Tre Allegri Ragazzi Morti e Vasco Brondi, la cui esibizione sarà impreziosita dai seguenti ospiti:

  • Margherita Vicario (cantautrice)
  • Massimo Zamboni (cantautore)
  • Francesco Bianconi (cantautore e frontman dei Baustelle)
  • Claudia Durastanti (scrittrice)
  • Paolo Cognetti (scrittore)

“Scandiano si caratterizza da anni come ambiente ideale per ospitare spettacoli e concerti di altissimo profilo – ha spiegato il sindaco Matteo Nasciuti –, per questo siamo orgogliosi di aderire alla proposta della Regione Emilia Romagna e del progetto PER, che ringraziamo, per un evento che – nel pieno rispetto delle normative anti Covid – possa costituire anche un pensiero e un impegno per i tanti operatori del mondo dello spettacolo che faticano a trovare lavoro in questo difficile periodo storico”.
“Nell’anno in cui abbiamo dovuto rinunciare a uno dei nostri progetti culturali più importanti, quello di festivaLOVE – ha aggiunto poi l’assessore alla Città Attiva Matteo Caffettani – avere l’occasione di ospitare un evento di questo calibro, dedicato a tutti gli appassionati della grande musica italiana è un orgoglio e una sorta di ‘boccata d’aria’. Consapevoli delle restrizioni imposte dalle norme, e della responsabilità di farle rispettare, abbiamo infatti accettato l’offerta perché esiste un fil rouge che lega Scandiano alla musica e all’intrattenimento di qualità, un rapporto che è importante mantenere vivo anche attraverso queste iniziative. L’obiettivo di questa come delle altre quattro serate che ci hanno preceduto, è quello di dare visibilità agli invisibili, salvaguardare la musica, la cultura musicale e tutto il mondo che le ruota intorno. Per questo le serate non prevedono biglietti omaggio, il biglietto avrà un costo ridotto, poco più alto di quello di un normale
ingresso al cinema, proprio per sottolineare come sia importante che ognuno dia il proprio
contributo affinché anche i lavoratori dello spettacolo tornino a poter lavorare.”
Il concerto del 9 ottobre si innesta infatti in una programmazione culturale tradizionalmente di qualità per quanto riguarda la città dei Boiardo. Al tradizionale  appuntamento di festivaLOVE, già citato, vanno aggiunti gli appuntamenti del Cinema Teatro Boiardo, in collaborazione con ATER Fondazione, che ogni anno portano centinaia di spettatori ad assistere a una programmazione teatrale e musicale di grande interesse. E ancora, gli incontri con gli scrittori alla Biblioteca Salvemini, gli appuntamenti estivi nel cortile della Rocca, che anche quest’anno hanno richiamato molti appassionati tra cinema, concerti della rassegna Mundus, musica classica e spettacoli circensi.
“La cultura, lo spettacolo, la musica – hanno concluso sindaco e assessore – fanno parte del nostro DNA, per questo siamo legati agli operatori di questo settore e siamo contenti di essere al fianco della Regione Emilia Romagna nel dare loro un contributo e soprattutto un’occasione di lavorare in questo momento non facile per la categoria”.

Ecco i dettagli dell’evento 

Dopo la nascita di “Per gli invisibili”, manifesto per dare voce al settore dello spettacolo dal vivo e sollecitare iniziative per sostenerlo dopo la crisi profonda causata dal Covid-19, e dopo il grande concerto di solidarietà del 12 settembre in Piazza Maggiore a Bologna, è in arrivo un nuovo imperdibile evento a sostegno dei lavoratori del settore.
Una serata creata con la collaborazione dell’artista ferrarese Vasco Brondi, che arriva nella cittadina emiliana con i suoi Talismani per tempi incerti. Uno spettacolo nato proprio in questi mesi così particolari e complicati e con il quale Brondi è tornato a esibirsi dal vivo, a un anno e mezzo dalla conclusione del progetto artistico de Le Luci della Centrale Elettrica.

I Talismani per tempi incerti sono sonate per pianoforte, violoncello e chitarre distorte.
Sono canzoni (sue e di altri), poesie, letture e riflessioni che si fanno amuleti per esorcizzare questi tempi, anticorpi in un periodo di incertezza, e che in questa speciale data saranno impreziositi dalla partecipazione di ospiti d’eccezione che verranno annunciati nei prossimi giorni.
“Ci sono momenti in cui l’arte più chiaramente può essere un anticorpo, le poesie degli oracoli, la filosofia un ulteriore sistema immunitario, le canzoni risvegliarci, la letteratura
proteggerci”, afferma Vasco Brondi. Il suo Talismani per tempi incerti è proprio questo:
uno spettacolo che vuole riaffermare la centralità delle Arti come sostegno indispensabile per l’uomo, sempre, ma soprattutto in tempi di crisi.
Ad accompagnare il cantautore sul palco, Andrea Faccioli alla chitarra, Daniela Savoldi al violoncello e Angelo Trabace al pianoforte.
Prima di Vasco Brondi sul palco, alle 20.30, i Tre Allegri Ragazzi Morti, band pilastro della scena punk rock alternativa italiana fin dalla loro formazione, nel 1994 a Pordenone.
Conosciuti per le loro performance mascherate e per i loro live di rock essenziale, i TARM (Davide Toffolo, Enrico Molteni e Luca Masseroni), porteranno dal vivo in un travolgente concerto il loro ultimo album “Sindacato dei sogni” (2019) e il meglio del loro lungo e prolifico percorso discografico.

Questo evento si aggiunge agli appuntamenti già in programma organizzati da Promoter Emilia Romagna previsti il 25 settembre Argenta (FE) e il 2 ottobre a Colorno (PR).

I fondi raccolti durante le serate così come gli incassi delle biglietterie, una volta dedotte le spese per la loro realizzazione, verranno restituiti alla Regione Emilia Romagna per essere reinvestiti e riutilizzati per nuove attività nel settore dello spettacolo in modo da creare nuove opportunità lavorative “Per gli invisibili”.

I biglietti per il 9 ottobre saranno a breve in vendita su www.boxerticket.it
Per informazioni: www.internationalmusic.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi