Un fantastico sold-out per i Turin Brakes a Bologna

Nati nella zona sud-ovest di Londra, Olly Nights e Gale Paridjanian debuttano nel 2001 con la label francese Source, la stessa dei primi dischi degli Air, pubblicando The Optimist, un disco che ottiene una nomination ai Mercury Prize e che spiana la strada a Ether Song, il fortunato album delll’hit single Pain Killer (Summer Rain), grazie al quale andranno in tour in tutto il mondo, anche in Italia, come supporter dei Coldplay.

Una delle poche band del giro indie ad aver venduto più di un milione di copie, dopo quindici anni i Turin Brakes tornano in Italia per farci ascoltare i brani del del nuovo strepitoso album Lost Property.

In apertura ci sono gli italiani Dog Byron.

Il loro sound è grezzo e val dal classico blues fino al più intenso Grunge made in USA.

La loro performance è convincente e riesce a farsi apprezzare da tutto il pubblico.

Il duo britannico dei Turin brakes con il tempo ha ampliato i componenti della band, visto che si sono aggiunti Rob Allum alla batteria e  Eddie Myer al basso.

Il locale bolognese è piccolo e praticamente sold-out. Tutto questo rende l’atmosfera molto intima e perfetta per il concerto del duo britannico.
Visto che sono qui in supporto all’uscita del nuovo disco Lost Property, la scaletta è incentrata soprattutto su brani come 96  o jump start. Questi pezzi dal vivo sono molto efficaci e si completo fantasticamente con i pezzi meno recenti.
I riff di chitarra sono sempre incisivi con la voce di Olly Knights coadiuvato ottimamente da Gale Paridjanian ai cori.
I momenti più intensi però ci sono con i brani più datati come Pain Killer (Summer Rain) Fishing For a Dream We Were Here e Long Distance.
Il pubblico canta con loro, c’è una generazione che è cresciuta con le loro canzoni e durante tutto il concerto fanno sentire il loro calore.
Il concerto è molto piacevole e bisogna ringraziare i  Turin Brakes per aver scritto delle splendide canzoni in tutti questi 15 anni che ha fatto emozionare tante persone questa sera.

Si ringrazia l’Ufficio Stampa del Covo Club di Bologna e Radar Concerti per il gentile invito.

Testo e Immagini a cura di Carlo Vergani

Turin Brakes

Dog Byron



#Follow us on Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi