Torino Beat 2016: un sogno che fa solidarietà

Torino Beat 2016: un sogno che fa solidarietà

Donatello, Gian Pieretti, Dino, Delirium, Ribelli, Il mio canto libero, Viola Valentino, Homo Sapiens, Don Backy, Giuliano e i Notturni, Renegades, Dik Dik, Camaleonti, The Rokes, I Corvi, Collage, Bobby Solo, Enrico Maria Papes dei Giganti, Alberto Radius, Gens, Ragazzi del Sole, Mito dei New Trolls, Le Orme, Mal e i Primitives tutti insieme sullo stesso palco?

No non stiamo parlando di una ricca edizione di Un disco per l’estate degli anni ’60-’70, ma di Torino Beat 2016 – La finale, la grande serata organizzata da Toni Campa e Luciana De Biase, titolari del Le Roi di Torino.

L’appuntamento voleva sostenere il Centro Puzzle di Torino, che si occupa di riabilitazione per traumatizzati cranici e gravi cerebrolesioni acquisite e i torinesi (ma non solo, visto che sono arrivati pullman anche dalla Lombardia) hanno accolto con molto entusiasmo l’opportunità di fare un tuffo nel passato e fare solidarietà (ai responsabili del centro sono stati consegnati 16 mila euro, frutto di parte dell’incasso della serata).

Al PalaRuffini erano circa 3.000 gli spettatori presenti e vi garantiamo che le circa 5 ore di spettacolo sono state davvero emozionanti. Ogni ospite ha proposto due delle sue hit (circa 50 i brani presentanti), accompagnati dall’orchestra del maestro Simone Mezzapesa.

Sul palco si è respirata tanta allegria per una rimpatriata dai contorni quasi incredibili, che lo stesso Campa ritiene complicato possa ripetersi anche nel 2017. Ma la speranza, si sa, è l’ultima a morire.

Un’organizzazione maniacale e un sincronismo quasi perfetto, ha permesso di non avere momenti morti. I cambi palco sono stati estremamente veloci ed alla fine, nonostante la durata, tutti sono rimasti incollati alle loro sedie fino alla fine. Se qualcuno si è alzato non è stato per andare a casa, ma per ballare il rock ‘n ‘roll che Mal e i Primitives hanno proposto alle 2 di notte.

Grazie a Francesca di Martino per l’accredito e a tutti gli organizzatori per averci regalato così tante emozioni. Per chi non era presente, potrà vivere almeno virtualmente la serata, navigando nella gallery di Vincenzo Nicolello

Una dedica particolare all’Amico Musicista Enrico Ramponi



#Follow us on Instagram