Il pianoforte di Tori Amos ammalia il Teatro degli Arcimboldi

Il pianoforte di Tori Amos ammalia il Teatro degli Arcimboldi

Tori Amos è tornata in Italia per presentare al pubblico la sua quindicesima fatica in studio, l’album Native Invader, uscito solo qualche settimana fa. Ieri sera, ad attenderla, la cantautrice statunitense ha trovato un Teatro degli Arcimboldi colmo, come capita solo nelle grandi occasioni. E, dopotutto, quella di ieri sera per Milano è stata una serata speciale, perchè l’unica occasione per ascoltare la Amos dal vivo in Italia.

A fare da padrone, sul palco, il suo pianoforte, che la cantautrice suona con grande maestria. Il nuovo album, come si può intuire dal titolo stesso, è dedicato alle radici cherokee di Tori, che sono divenute fonte di grande ispirazione. Brani come Climb, Up The Creek, Mary’s Eyes e lo stesso singolo Cloud Riders sono la riprova che questa cantautrice ha ancora molto da dire, anche dopo oltre 20 anni di carriera. Da Little Earthquakes o Under The Pink ne è passata di acqua sotto i ponti, ma il talento – sempre più consapevole e maturo – di Tori Amos è ancora lì, intatto.

Nel ringraziare Live Nation per il gentile invito, vi lasciamo agli scatti della serata a cura di Romano Nunziato:

 

 

Previous Björk: a novembre il ritorno con Utopia
Next Lady Gaga: le date europee del Joanne World Tour saranno posticipate

You might also like

GALLERY

L’indie-rock dei Foals conquista l’AMA Music Festival

L’edizione 2016 dell’AMA Music Festival di Asolo (Treviso) apre i battenti con un grande evento internazionale che ha ospitato la band inglese dei Foals, attivi da oltre 11 anni nella

CONCERTI

Il Gypsy Punk dei Gogol Bordello travolge il Flowers Festival

Gran successo per la serata gypsy, ieri 13 luglio al Flowers Festival di Collegno, sul palco i Dubioza Koletiv e i Gogol Bordello  I primi a salire sul palco di

GALLERY

Phoenix: un soldout da brividi al Fabrique

Ad 8 mesi di distanza dalla dal debutto italiano del Ti Amo Tour, i Phoenix sono ritornati in Italia al Fabrique di Milano per una data andata completamente soldout. L’ultimo