The Rock City: 15 anni di musica nelle pagine dei giornali

The Rock City: 15 anni di musica nelle pagine dei giornali

The Rock City: 15 anni di musica nelle pagine dei giornali

Testo di Luigi Pedrazzi

Tra gli anni ’80 e i primi anni del nuovo millennio Milano ha conosciuto una stagione entusiasmante per la musica. Se alla Scala trionfava Riccardo Muti, le piazze della città si animavano di jazz, rock e blues. Arrivavano i grandi musical inglesi e americani, e le proposte più innovative e contaminanti di generi e linguaggi musicali fiorivano nei club, nei teatri, e nelle rassegne che si moltiplicavano sul suo territorio, fino ai grandi festival rock. La Milano da bere si imponeva come una delle “ piazze” più affascinanti del mondo : vivace, elegante e spregiudicata.

Così Madonna all’apice del successo si aggirava in via Montenapoleone con Naomi prima dello show mentre nei locali e nei ristoranti si incrociavano Prince o Peter Gabriel, David Bowie o Sting. Miles Davis se ne stava rintanato nel suo residence prima del concerto, e Rudolf Nureyev dormiva a casa di amici.

I capiservizio dei grandi quotidiani della città dovevano trovare in cronaca lo spazio per tutti e la fotografia diventava spesso lo strumento migliore per rendere una emozione, per descrivere l’entusiasmo o la delusione, per carpire l’attimo del successo.

Il mondo era analogico e le fotografie erano bellissimi rettangoli di cartoncino, spesso in bianco e nero, che prendevano vita la notte prima, dopo lo spettacolo, nelle camere oscure di strani stregoni che tra liquidi, bacinelle e luci soffuse passavano la notte a “scrivere” con il loro alfabeto la cronaca degli spettacoli, spesso più di uno ogni notte, che il loro occhio meccanico aveva registrato in una memoria lunga e arrotolata, di appena 36 parole.

Massimo Barbaglia, Gigliola Di Piazza, Bruno Marzi e Angelo Redaelli sono gli stregoni che in quegli anni quasi ogni sera si sono mossi nella città alla caccia di uno sguardo,un suono, un passo di danza, un sorriso, insomma tutto ciò che accadeva nei millanta palcoscenici di Milano.
I racconti migliori erano in quell’ istante rubato nei primi dieci minuti di show, quando il microfono non funzionava bene o le luci erano basse, e poi via di corsa in una altra platea, un altro pass, un altro servizio d’ordine da convincere.

The Rock City è un pezzo di storia di questa città e dei suoi narratori occulti, la cronaca senza fronzoli di una istantanea al buio, la suggestione di un periodo irripetibile e lontano, che ci restituisce intatta l’irresistibile energia che scorreva in quegli anni nelle vene di Milano, the Rock City.

———————————-

Una mostra fotografica ripercorre ora quei momenti – ufficiali o ufficiosi, sul palco o dietro le quinte e nel quotidiano – catturati da fotografi i cui scatti hanno nutrito l’immaginario collettivo attraverso le pagine dei giornali che li pubblicavano. Autori delle fotografie sono gli amici Massimo Barbaglia, Gigliola Di Piazza, Bruno Marzi e Angelo Redaelli, instancabili narratori per immagini della musica di allora in città, una vera e propria Rock City. La mostra è curata da Luigi Pedrazzi e co-prodotta da Arteutopia e Clarart negli spazi di Hernandez Art Gallery.  Fra i soggetti, in ordine sparso: BB King, Frank Zappa, Fabrizio De Andrè, Joan Baez, Paolo Conte, Patti Smith, Skunk Anansie, Sinead O’Connor, Aerosmith, David Bowie, Michel Petrucciani, Lou Reed, Elton John, Woody Allen, Liza Minnelli, Witney Huston, Madonna, Vasco Rossi, Pat Metheney, Miles Davis, Robert Fripp, Laurie Anderson, Annie Lennox, Frank Sinatra, Joe Jackson, Sting.

Nel corso della mostra si terrĂ  un incontro/ con Bruno Marzi, storico fotografo musicale italiano che illustrerĂ  le fondamentali differenze tra fotografia analogica e digitale, oltre che avventure, aneddoti e curiositĂ  di una lunga carriera al fianco delle grandi Rockstar.

“Il rock in camera oscura”   incontro con Bruno Marzi
sabato 12 dicembre dalle 15.30 alle 17.00
40 posti limitati euro 1o,00. E’ necessaria la prenotazione

Bruno Marzi è giornalista e fotografo dall’anima rock.  Fra le sue collaborazioni: “Nuovo Sound”, “Ciao 2001”, “Il Gazzettino”. Ha scritto e ha lavorato come speaker radiofonico per Radio Rai e come autore per Raidue e Raiuno. Tra le sue copertine più famose: Pensiero stupendo di Patty Pravo, Fronte del palco di Vasco Rossi, Live at the Kremlin di Zucchero, Da San Siro a Samarcanda di Venditti, Decisamente Loredana della Berté. Tra i suoi libri fotografici: Rewind. Vasco in cento foto dal mito alle origini, Le leggende del rock, On the stage. I grandi palchi del rock, Michael Jackson Live, Instant book sui tour italiani dei Tokio Hotel.

The Rock City
15 anni di musica nelle pagine dei giornali

Mostra fotografica a cura di Luigi Pedrazzi

Fotografie di
Massimo Barbaglia | Gigliola Di Piazza | Bruno Marzi | Angelo Redaelli

Hernandez Art Gallery
via Copernico 8 | Milano

dal 3 al 20 dicembre 2015
da martedì a domenica  10.30 – 19.00;
sabato e domenica 11.00-13.30 / 15.00-19.00; chiuso lunedì

E: hernandezartgallery@gmail.com

INAUGURAZIONE: mercoledì 2 dicembre ore 18.00

Si ringrazia l’Amico Fotografo Massimo Barbaglia per averci fornito il comunicato stampa, che abbiamo il piacere di pubblicare.

Verremo sicuramente a vedere la vostra bellissima Mostra Fotografica

 

You might also like

NOISE

Music & Entertainment: nasce Vertigo

Riceviamo e pubblichiamo “Vertigo è la nuova creatura di Andrea Pieroni, storico promoter di artisti quali DAVID GILMOUR, BLACK SABBATH, METALLICA, IRON MAIDEN, IMAGINE DRAGONS, 30 SECONDS TO MARS, NEGRITA

JAZZ

Blue Note: nuove sedi in Cina e alle Hawaii

Blue Note, brand mondiale universalmente noto come sinonimo di musica di qualitĂ , si espande con nuove aperture in Cina e nelle Hawaii. GiĂ  presente in Giappone, il Blue Note aprirĂ 

GALLERY

La Hills Race 2015 porta a Rivanazzano Terme un po’ di America

Dal 4 al 6 settembre a Rivanazzano Terme (Pavia) presso l’Aeroporto si è svolta la Hills Race: tre giorni di sfide di accelerazione, di spettacoli e musica in puro stile a stelle