Incendiari The Prodigy al FestaReggio a Campovolo

Incendiari The Prodigy al FestaReggio a Campovolo

In occasione dell’uscita dell’album The Day Is My Enemy, i Prodigy sono tornati ad esibirsi in Italia proprio ieri – 25 agosto 2015 – nella cornice del Campovolo di Reggio Emilia, nell’ambito di FestaReggio.

The Day Is My Enemy arriva a sei anni di distanza da Invaders Must Die ed è balzato immediatamente ai primi posti delle classifiche di tutto il mondo, anche per merito dei singoli Nasty e l’omonimo The Day Is My Enemy. Un album che cattura la vera essenza live dei Prodigy che nonostante il tempo che passa, si dimostrano ancora potenti ed energici.
La band elettronica ha dato vita ad un vero spettacolo, fatto di luci, ma soprattutto suoni davvero potenti, che hanno travolto come un uragano i cinquemila presenti. Poche parole da parte della band, ma tanta – davvero tanta – energia, per una scaletta che è un viaggio nella loro 25ennale carriera.

In apertura il rapper Salmo, che ha saputo scaldare un pubblico esigente.

Si ringrazia Barley Arts per il gentile invito. Ecco gli scatti della serata a cura di Ivan Elmi:

Prodigy

Salmo

Previous Francesco De Gregori: Cresce l’attesa per Rimmel 2015
Next I Gogol Bordello inaugurano il tour italiano dall'AMA Festival di Treviso

Editor review

Summary

Ieri sera i Prodigy (in apertura Salmo) si sono esibiti al Campovolo di Reggio Emilia, nell'ambito di FestaReggio.

You might also like

REPORTAGE

Delirio per Jacob Whitesides alla Salumeria della Musica

Dopo la calorosissima accoglienza ricevuta ad ottobre 2015 (QUI il reportage fotografico), il giovane Jacob Whitesides è tornato ieri sera in quel di Milano dove ha presentato ai numerosi (o è forse meglio

GALLERY

Mario Biondi segna un netto Sold Out al Teatro San Domenico di Crema

Meraviglioso appuntamento ieri sera al Teatro San Domenico di Crema per la data 0 di Mario Biondi. Netto Sold Out per l’imperdibile Best Of Soul – Tour, la tournée che segue

GALLERY

I-Days 4: Bieber e Bastille poca grinta e un po’ di delusione

Il quarto ed ultimo giorno degli I-Days a Monza vissuto su vari psicodrammi. Il primo è stato di tipo familiare: le ragazzine (meno che adolescenti) impazzite dal desiderio di vedere