The Dream Syndicate al Circolo Magnolia: report e foto della serata

The Dream Syndicate al Circolo Magnolia: report e foto della serata

Una storia alle spalle di quelle “pesanti”, in odor d leggenda del rock mondiale.

I The Dream Syndicate, dopo la reunion , sono ancora vivi e vegeti (musicalmente, s’intende), crogiolandosi in un rock soleggiato che ieri sera si è visto ardere di nuovo al Circolo Magnolia di Milano.

Steve Wynn e soci migliorano la qualità del loro sound ogni giorno che passa, e si divertono ora più di allora, come dei fantastici cinquantenni che hanno messo da parte crisi di mezze età e ricordi sbiaditi. Sono sempre loro, in questo 2019, che li vede in tour in Europa per rimarcare la propria celebrità musicale e una classe infinita.

Tengono viva la Painsley undreground, quella scena californiana che suona come un’attitudine guitar oriented soleggiata, anche se vieni da Davis (Sacramento), e il mare è per te un miraggio lontano come le tavole da surf. Si surfa allora su ritmi musicali che ricordano il passaggio dall’onda lunga della new wave europea alla bizzarria delle due chitarre del power pop rock d’oltreoceano, confidando in un intreccio salubre di chitarre e voglia di esserci ancora.

Sul palco all’aperto del circolo milanese ci sono i pezzi di These Times, album postumo di un eleganza psichedelica mai aggressiva, stretto dal vivo tra la pulizia del suono e la voce cristallina di Wynn. Sembrano i Can con le chitarre, mormora la mia testa, prima di un attacco di reef ispido fuori tempo storico (e meno male, direi), con brani  intensi come come Bullet Holes  e Still Here Now, e con il buon Steve vestito a festa in stile bohème. Le sirene del vecchio rock suonato con perizia, mentre illeader del gruppo ripete i don’t mind, non m’importa, così per andare sempre avanti nella vita,

Si va avanti con una solita grinta, durante un live che è chiuso dagli tre ultimi pezzi in cui Manuel Agnelli, sino ad allora tra il pubblico, sale col quintetto sul palco, per suonare tastiere e poi chitarra, fino alla conclusiva canzone simbolo di Medicine Show.

Puro show finale dei The Dream Syndicate , che rimane in Italia per altre tre date:

giovedì 20 giugno

CESENATICO (FC) – ARENA CAPPUCCINI

venerdì 21 giugno 2019

FIORANO MODENESE (MO) – TEATRO ASTORIA

sabato 22 giugno

ROMA – MONK

Si ringrazia Comcerto per il graditissimo invito ed il Circolo Magnolia per la consueta accoglienza

Testo a cura di Andrea Alesse

Selezione foto a cura di Stefanino Benni

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi