The Darkness chiudono il tour italiano con un grande show a Milano

The Darkness chiudono il tour italiano con un grande show a Milano

The Darkness hanno chiuso la tranche italiana del loro Blast Of Our Kind Tour con un energico show all’Alcatraz di Milano, dopo aver entusiasmato le platee di Bologna (QUI il live report del concerto) e Roma.

La band guidata dall’eccentrico Justin Hawkins si trova on the road per presentare la quarta fatica in studio: Last Of Our Kind uscito a Giugno 2015. Ma tra i brani in scaletta non potevano mancare certo i successi più datati, come I Believe In A Thing Called Love, Love Is Only a FeelingOne Way Ticket che hanno fatto scatenare la folla.
I fratelli Justin e Daniel Hawkins sono in gran forma, supportati dal bassista Frankie Poullain e – dietro alla batteria – Rufus Taylor, figlio di Roger – celebre batterista dei Queen.

Nel ringraziare Live Nation per il gentile invito, vi lasciamo agli scatti della serata a cura di Romano Nunziato:

Previous Doppio appuntamento live in estate per i Whitesnake
Next Bruce Springsteen regala le emozioni del concerto di Chicago

Editor review

Summary

The Darkness hanno chiuso la tranche italiana del loro Blast Of Our Kind Tour con un energico show all'Alcatraz di Milano, dopo aver entusiasmato le platee di Bologna e Roma.

You might also like

RECENSIONI

Cyndi Lauper: dagli anni ’80 al Gruvillage di Torino

Lo confessiamo: quando un mito del passato ci offre la possibilità di rivederlo all’opera sul palco, ci crea sempre una dicotomia di sentimenti. Da un lato c’è la curiosità di

REPORTAGE

X Factor 9: un’arena in delirio per il primo live. Eliminato Massimiliano

L’attesa è finalmente terminata. Giovedì 22 è andata in scena il primo live dell’edizione numero 9 di X-Factor. Dopo una lunga marcia di avvicinamento, fatta di migliaia di audizioni, seguite

REPORTAGE

Il prog rock dei Goblin infiamma il teatro Nuovo di Ferrara

Per chi come me ha avuto la fortuna di avere un padre che durante l’infanzia gli ha fatto ascoltare tanta musica, non puo’ non aver mai sentito parlare di Claudio