TEXILE, la recensione di Summertime

TEXILE, la recensione di Summertime

TEXILE

Summertime

 

 

Pop balzellato e cantato sull’asse inglese e italiano, in una direttrice che si sposa con la carica estiva. Summertime, dunque, prodotto dai Texile, è un ep fresco, che è all’inizio pieno di mid tempo in stile british rock, cantato con voce femminile profonda e suonato con la verve di chi non ha nulla da perdere.

Tra cantautorato post indie-pop e gentilezze femminili in stile italian sixties (Sei fatto di me), ecco allora la band sarda che torna sulle scene con un disco di riverberi performativi molto kraut (Kali’s last dance), amanti della storia dei CSI e della riflessione anti-social.

Gli elementi elettronici chiudono la scena in una filastrocca come Do You Miss me?, piena di synth in stile IbERLINO e in cerca della sua consacrazione tra maturità pop e stagioni estive, con gli anni ’80 sullo sfondo di tutto.

 

 

 

recensioni@thefrontrow.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi