Uno straordinario sold-out per la prima data italiana dei Simple Plan

I Simple Plan hanno scelto Bologna come prima data del mini tour italiano di  supporto al loro quinto disco uscito il mese scorso dal titolo Taking One for the Team.

Il Taking One For The Team Tour li riporta sui palchi di tutto il mondo. Il loro quinto album, Taking One For The Team, √® stato introdotto dal super singolo I Don‚Äôt Want To Go To Bed, nel cui video appare il bagnino pi√Ļ famoso di sempre: David Hasselhoff.

Ad aprire il concerto c’√® la prima traccia del disco Opinion Overload ed subito festa con tutto il pubblico che ha riempito il locale bolognese che salta insieme a tutta la band.
Come ogni concerto dei Simple Plan che si rispetta si balla e si canta tutti insieme. I loro brani orecchiabili e allegri fanno breccia da ora mai tre generazioni di adolescenti  e stasera ne è la conferma.
Per mettere insieme queste generazioni non c’√® brano migliore di Jump dove tutto ma proprio tutto l’Estragon salta con loro, facendo impazzire di gioia Pierre e soci.
Boom! √® un’ altro brano tratto dal loro ultimo disco, che dal vivo si comporta molto bene, visto la calorosa accoglienza del pubblico.

Giustamente la band decide di inserire in scaletta brani molto energici dell’ultimo disco come ad esempio I Refused che viene suonato per la prima volta in questo tour europeo. Prima di I Refused ci sono due super singoli come Welcome to My Life e ¬†Your Love Is a Lie.
Si balla si canta e ci si diverte e alla met√† del concerto la band decide di inserire due cover come Uptown Funk e Can’t Feel My Face. ¬†Il pubblico √® divertito e continua imperterrito a ballare apprezzando molto la scelta della band anche perch√® si prestano molto ad un tipico concerto dei Simple Plan.
Naturalmente non è ancora ora di smettere di ballare e cantare ci sono ancora molti brani da suonare.

Pierre adora l’Italia visto che quasi ogni volta che la band viene a trovarci √® quasi sempre sold-out e per farci ancora divertire di pi√Ļ durante Summer Paradise buttano nel pubblico dei grossi palloni gonfiabili che fanno splendidamente da cornice al tema della canzone.
E’ il tempo dell’ultimo brano scelto da Taking One for the Team ovvero Nostalgic che anticipa la bellissima Crazy e il loro primissimo successo di ora mai 15 anni fa I’m Just a Kid.
Neanche il tempo di prendere fiato che si torna a saltare con Shut up che rappresenta forse l’apice della loro carriera che nonostante abbia una decina di anni dal vivo √® sempre una bomba.
E’ quasi ora mai il momento dei saluti ed √® giusto chiudere con Perfect, uno dei brani pi√Ļ amati dalla band, le luci si accendono Pierre suona l’intro con la chitarra ed √® subito magia.

In questa ora e mezza di concerto i Simple Plan si dimostrano ancora uno dei migliori gruppi della scena pop/punk. Musicisti impeccabili, amici sul palco e fuori ed questo mix li tiene uniti ancora dopo 15 anni.

Testo a cura di Carlo Vergani – Foto copertina a cura di Ivan Elmi (dal concerto a Roma dello scorso anno)

Si ringrazia Vivo Concerti per il gentile invito.

 

Editor review

Summary

I Simple Plan hanno scelto Bologna come prima data del mini tour italiano di supporto al loro quinto disco uscito il mese scorso dal titolo Taking One for the Team.

You might also like

REPORTAGE

Un concerto Fibrillante al Blue Note per Eugenio Finardi

L’inconfondibile sound di Eugenio Finardi ieri sera ha conquistato il folto pubblico accorso al Blue Note di Milano, dove il cantautore – reduce da un tour estivo di grande successo

REPORTAGE

Jack Savoretti: una voce ed una chitarra per incantare Veneto Jazz

Dopo aver incantato il Gardone Riviera e Recanati, Jack Savoretti √® approdato insieme all’inseparabile chitarra acustica nella splendida cornice di Villa Pisani a Str√† (VE), per un nuovo appuntamento della

REPORTAGE

La poesia rap di Angel Haze conquista il Magnolia

Ieri sera il Circolo Magnolia di Segrate (MI) ha ospitato una delle voci pi√Ļ interessanti del rap oltreoceano. Angel Haze, classe 1991, si √® rapidamente ritagliata uno spazio d’onore nel