I Simple Minds chiudono il loro Acoustic Tour a Milano

I Simple Minds chiudono il loro Acoustic Tour a Milano

Si è conclusa con un trionfale concerto al Teatro degli Arcimboldi di Milano la tranche italiana del nuovo tour acustico dei Simple Minds, che anche questa volta hanno dimostrato di avere uno speciale legame con il nostro Paese.

Non a caso, ieri, le parole di Jim Kerr – in un italiano più che buono – sono state: 

“Questa sera siamo tristi, perché è l’ultimo concerto in Italia”.

Infatti, il frontman della band ed il chitarrista Charlie Burchill si possono considerare dei cittadini “onorari“, in quanto entrambi vivono tra la loro città natale Glasgow e l’Italia (l’uno a Taormina e l’altro a Roma).

Ma veniamo al concerto. Un concerto speciale perchè, come sottolineato da Kerr stesso, celebra quattro decadi di musica della band. Durante l’Acoustic Tour 2017 i Simple Minds portano sul palco i successi di questa carriera quarantennale, rivisitati in chiave acustica. Ed è davvero pazzesco constatare come questi brani che hanno come punto fermo l’utilizzo dell’elettronica, suonino egregiamente anche in chiave acustica. Brani come New Gold DreamBig Sleep, passando per Speed Your Love To Me godono di nuova vita e di una freschezza assoluta, grazie ai nuovi e sapienti arrangiamenti.
Non mancano nemmeno gli omaggi a due artisti scomparsi di recente: in tributo a Prince è stata eseguita la bellissima e certamente non scontata The Cross, mentre per omaggiare David Bowie è stato scelto il brano Andy Warhol.
Anche in versione acustica, Don’t You (Forget About Me) ha il potere di far ballare la platea, per una chiusura davvero trionfale.

Nel ringraziare Indipendente Concerti, vi lasciamo agli scatti della serata a cura di Sandro Niboli:

Simple Minds

KT Tunstall

You might also like

REPORTAGE

Dead Kennedys: la storia dell’hardcore californiano al Magnolia di Milano

Serata all’insegna dell’hardcore-punk al Magnolia di Milano la scorsa domenica. Il piatto forte della serata prevede l’esibizione dei leggendari Dead Kennedys chiudere il loro tour europeo di due settimane con

REPORTAGE

Tre sere di sold out al Blue Note per Billy Cobham

Riconosciuto come il più importante batterista jazz-fusion per la sua potenza e tecnica percussiva, Billy Cobham ha raggiunto l’apice della fama a metà degli anni Settanta divenendo uno dei batteristi

REPORTAGE

Black Stone Cherry: show impressionante al live club di Trezzo

Le aspettative erano tante per il concerto di una delle migliori rock band del momento e per fortuna sono state rispettate in pieno. Dopo il passaggio da Roadrunner records a Mascot