La grinta e tenacia di Senhit: in attesa di Hey Buddy, arriva Higher

La grinta e tenacia di Senhit: in attesa di Hey Buddy, arriva Higher

UscirĂ  quest’anno Hey Buddy, il nuovo (quarto) disco della cantante italo-eritrea Senhit, che attualmente si trova in tour per l’Europa. La giovane artista presenterĂ , il 20 Gennaio, il nuovo singolo Higher, che ha seguito la pubblicazione di Living For The Weekend feat. Marracash e Something on Your Mind, tutti estratti da questo nuovo album di prossima uscita.
Ma conosciamo meglio questa giovane ragazza africana che ha avuto la determinazione di inseguire i propri sogni, portandola a vivere della sua arte e girare il mondo..

D: Ciao Senhit, innanzitutto grazie mille per la tua disponibilitĂ . Hey Buddy sta per uscire, ci puoi anticipare qualcosa su questa tua nuova produzione? C’è un filo conduttore che lega le tracce del disco?
R: Hey Buddy uscirĂ  orientativamente a primavera 2017 ed è il mio miglior lavoro. Come produzione, esecuzione e collaborazioni artistiche, ne sono fiera e orgogliosa e non vedo l’ora che esca… Il vero filo conduttore è l’onestĂ  del lavoro….è adrenalina pura, energia, carica e grinta dal rock, all’elettro pop, alla dance e una bellissima ballad d’ammmore.

D: Di questo album abbiamo giĂ  potuto ascoltare alcuni brani estratti. Tra questi vi è il singolo Living For The Weekend, in cui il tuo electro pop si fonde con le rime di Marracash. Ci racconti come è nata questa collaborazione?
R: Con Fabio in arte Marracash ci siamo conosciuti a un concerto di Fedez.. Ahahahahahahahahahahahah scherzooooo… Fabio ha ascoltato il brano prodotto da Brian Higgins e ci siamo piaciuti reciprocamente così abbiamo deciso di inserire alcune frasi rap su un brano sostanzialmente dance e il tutto ha funzionato alla grande!!!!

D: Da So High sono passati diversi anni. Come è cambiato il tuo approccio alla musica?
R: Da ‘so high’ ho fatto passi da gigante… a livello artistico ho avuto la fortuna di incontrare e collaborare e lavorare con grandi nomi che mi hanno fatto crescere anche a livello umano, poi ho collaborato anche come co-autrice di alcuni brani presenti in questo prossimo album.

D: Il disco, come – del resto – le tue precedenti pubblicazioni, avrĂ  un’impronta decisamente internazionale e sarĂ  cantato in inglese. Come mai questa scelta?
R: Cantare in inglese per il mercato musicale ormai è il modo piĂą diretto/immediato per raggiungere piĂą pubblico, piĂą Paesi, piĂą mondi, ma l’italiano rimane la mia prima lingua e chissĂ  che nei prossimi impegni non ci sia anche una bella chicca in italiano!

D: Il tour promozionale europeo procede a gonfie vele, come ha reagito il tuo pubblico di fronte ai nuovi brani?
R: Il pubblico sta reagendo molto bene ai nuovi brani…ha accolto con entusiasmo e li ha fatti immediatamente ‘suoi’!!!!

D: E cosa si deve aspettare, quindi, il pubblico italiano dai tuoi nuovi concerti?
R: Il pubblico italiano si dovrĂ  aspettare tanta energia e tanta sana adrenalina. Poi, senz’altro, vorrei regalare loro anche un brano italiano… ma essendo italiano dovrĂ  essere speciale, lo sto cercando! 

D: Ottimi risultati raggiunti grazie ad una grande tenacia ed ovviamente anche al talento. Ma quanto è stato difficile emergere?
R: Ho sempre perseverato e testardamente insistito e quindi non mi sono mai arresa poi ci vuole talento tenacia e anche un pizzico di fortuna, sono stata circondata da grandi nomi come collaboratori e musicisti. Il mercato musicale è sempre competitivo e difficile ma, ripeto, ho avuto privilegio e fortuna di lavorare con grandi grandi professionisti a cominciare dall’azienda che mi distribuisce e produce da anni ovvero la Panini.

D: Le tue origini eritree sicuramente arricchiscono quello che è il tuo percorso artistico, ma a livello di promozione, ti sono mai state – per così dire – d’ostacolo?
R: Non ho mai avuto grossi problemi in merito alle mie origini sia nella vita che nel lavoro.

D: Lo scorso anno sei stata ospite di Casa Sanremo, dove ti sei esibita in uno showcase. Ma.. Hai mai pensato di partecipare al Festival come concorrente?
R: Lo show case a casa Sanremo è stata una bella esperienza… ho respirato un po’ la kermesse anche se da dietro le quinte…. Sanremo è sempre una bellissima vetrina musicale italiana e, perchĂ© no, se arrivasse mai l’invito non esiterei a pensarci..

Ringraziamo Marta Falcon di Parole&Dintorni e ovviamente Senhit, augurandole un grande in bocca al lupo.

Intervista a cura di Claudia Favalli

GUARDA LA GALLERY DI SENHIT LIVE AL MEMO RESTAURANT DEL 13 MARZO 2016 – FOTO A CURA DI SANDRO NIBOLI

You might also like

EVENTI

Consoli-Gazzè-Silvestri: che trio sullo stesso palco

Sarà il grande palco di Barolo (Cuneo) ad ospitare per la prima volta insieme sullo stesso palco Daniele Silvestri, Carmen Consoli e Max Gazzè. Due date (14 e 15 luglio)

INTERVISTE

Federico Poggipollini: non potrei vivere senza la musica

In molti lo conoscono come Capitan Fede, il “chitarrista” di Luciano Ligabue, ma lui, Federico Poggipollini è un musicista che ha una storia personale da raccontare. Dai suoi esordi bolognesi

INTERVISTE

Intervista a Peligro: tutto sul nuovo Ep Assoluto e sui progetti del rapper

E’ uscito lo scorso dicembre Assoluto, il nuovo Ep del rapper milanese Peligro, che questo 9 Marzo verrà presentato dal vivo con uno show esclusivo al Legend 54 di Milano.