La grinta e tenacia di Senhit: in attesa di Hey Buddy, arriva Higher

La grinta e tenacia di Senhit: in attesa di Hey Buddy, arriva Higher

Uscirà quest’anno Hey Buddy, il nuovo (quarto) disco della cantante italo-eritrea Senhit, che attualmente si trova in tour per l’Europa. La giovane artista presenterà, il 20 Gennaio, il nuovo singolo Higher, che ha seguito la pubblicazione di Living For The Weekend feat. Marracash e Something on Your Mind, tutti estratti da questo nuovo album di prossima uscita.
Ma conosciamo meglio questa giovane ragazza africana che ha avuto la determinazione di inseguire i propri sogni, portandola a vivere della sua arte e girare il mondo..

D: Ciao Senhit, innanzitutto grazie mille per la tua disponibilità. Hey Buddy sta per uscire, ci puoi anticipare qualcosa su questa tua nuova produzione? C’è un filo conduttore che lega le tracce del disco?
R: Hey Buddy uscirà orientativamente a primavera 2017 ed è il mio miglior lavoro. Come produzione, esecuzione e collaborazioni artistiche, ne sono fiera e orgogliosa e non vedo l’ora che esca… Il vero filo conduttore è l’onestà del lavoro….è adrenalina pura, energia, carica e grinta dal rock, all’elettro pop, alla dance e una bellissima ballad d’ammmore.

D: Di questo album abbiamo già potuto ascoltare alcuni brani estratti. Tra questi vi è il singolo Living For The Weekend, in cui il tuo electro pop si fonde con le rime di Marracash. Ci racconti come è nata questa collaborazione?
R: Con Fabio in arte Marracash ci siamo conosciuti a un concerto di Fedez.. Ahahahahahahahahahahahah scherzooooo… Fabio ha ascoltato il brano prodotto da Brian Higgins e ci siamo piaciuti reciprocamente così abbiamo deciso di inserire alcune frasi rap su un brano sostanzialmente dance e il tutto ha funzionato alla grande!!!!

D: Da So High sono passati diversi anni. Come è cambiato il tuo approccio alla musica?
R: Da ‘so high’ ho fatto passi da gigante… a livello artistico ho avuto la fortuna di incontrare e collaborare e lavorare con grandi nomi che mi hanno fatto crescere anche a livello umano, poi ho collaborato anche come co-autrice di alcuni brani presenti in questo prossimo album.

D: Il disco, come – del resto – le tue precedenti pubblicazioni, avrà un’impronta decisamente internazionale e sarà cantato in inglese. Come mai questa scelta?
R: Cantare in inglese per il mercato musicale ormai è il modo più diretto/immediato per raggiungere più pubblico, più Paesi, più mondi, ma l’italiano rimane la mia prima lingua e chissà che nei prossimi impegni non ci sia anche una bella chicca in italiano!

D: Il tour promozionale europeo procede a gonfie vele, come ha reagito il tuo pubblico di fronte ai nuovi brani?
R: Il pubblico sta reagendo molto bene ai nuovi brani…ha accolto con entusiasmo e li ha fatti immediatamente ‘suoi’!!!!

D: E cosa si deve aspettare, quindi, il pubblico italiano dai tuoi nuovi concerti?
R: Il pubblico italiano si dovrà aspettare tanta energia e tanta sana adrenalina. Poi, senz’altro, vorrei regalare loro anche un brano italiano… ma essendo italiano dovrà essere speciale, lo sto cercando! 

D: Ottimi risultati raggiunti grazie ad una grande tenacia ed ovviamente anche al talento. Ma quanto è stato difficile emergere?
R: Ho sempre perseverato e testardamente insistito e quindi non mi sono mai arresa poi ci vuole talento tenacia e anche un pizzico di fortuna, sono stata circondata da grandi nomi come collaboratori e musicisti. Il mercato musicale è sempre competitivo e difficile ma, ripeto, ho avuto privilegio e fortuna di lavorare con grandi grandi professionisti a cominciare dall’azienda che mi distribuisce e produce da anni ovvero la Panini.

D: Le tue origini eritree sicuramente arricchiscono quello che è il tuo percorso artistico, ma a livello di promozione, ti sono mai state – per così dire – d’ostacolo?
R: Non ho mai avuto grossi problemi in merito alle mie origini sia nella vita che nel lavoro.

D: Lo scorso anno sei stata ospite di Casa Sanremo, dove ti sei esibita in uno showcase. Ma.. Hai mai pensato di partecipare al Festival come concorrente?
R: Lo show case a casa Sanremo è stata una bella esperienza… ho respirato un po’ la kermesse anche se da dietro le quinte…. Sanremo è sempre una bellissima vetrina musicale italiana e, perché no, se arrivasse mai l’invito non esiterei a pensarci..

Ringraziamo Marta Falcon di Parole&Dintorni e ovviamente Senhit, augurandole un grande in bocca al lupo.

Intervista a cura di Claudia Favalli

GUARDA LA GALLERY DI SENHIT LIVE AL MEMO RESTAURANT DEL 13 MARZO 2016 – FOTO A CURA DI SANDRO NIBOLI

You might also like

INTERVISTE

La video-intervista a Samuel, per la prima volta a Sanremo con Vedrai

Samuel per la prima volta senza i suoi Subsonica si è presentato al Festival di Sanremo con il brano Vedrai. Vincenzo Nicolello, nostro inviato al Festival, lo ha intercettato e

NUOVE PROPOSTE

Intervista a Maurizio Chi: dopo Gli Occhi Al Mare, arriverà il nuovo album

Il cantautore siciliano Maurizio Chi ha lanciato il mese scorso il suo nuovo singolo Gli Occhi Al Mare, una riflessione molto personale ben spiegata dal videoclip che lo accompagna, diretto

USCITE

Alessandra Amoroso racconta la sua crescita in Vivere A Colori

Alessandra Amoroso ha tenuto oggi a Milano la conferenza stampa per la presentazione del suo nuovo album Vivere A Colori, in uscita domani 15 gennaio ed anticipato in radio dal