Sanremo2021. Elodie incanta ed in testa Erma Meta

Sanremo2021. Elodie incanta ed in testa Erma Meta

Dal sito RAI NEWS

Ieri sera è stata  la volta delle altre quattro Nuove proposte e degli altri 13 big in gara. Manca Irama, partecipa “da remoto” con un video girato durante le prove generali, perché si trova in quarantena in seguito alla positività di due suoi collaboratori. Al fianco di Amadeus, come co-conduttrice, c’è Elodie, super ospite è Laura Pausini, reduce dalla vittoria ai Golden Globe. Fiorello guida la telecamera fino al palco del Festival. “Non so cosa mi succede, appena vedo le piume…Ho addosso lo zainetto di Achille Lauro quando andava all’asilo” dice ad Amadeus. Palloncini sorridenti (al posto del pubblico) occupano le prime file della platea. “Questa è la platea che piace a me” commenta, “questa è la festa dell’Unità delle poltrone. Adesso riconosco il festival”. “Io Amadeus lo chiamo lo swiffer delle polemiche e infatti solo lui poteva creare polemica facendosi il segno della croce- continua Fiorello-. Con me invece se l’è presa il Pd perché ho parlato di Zingaretti e della D’urso. Ma perché stanno insieme? Non capisco. Comunque tutti possono parlare del Festival”, sottolinea. E cita di nuovo Draghi. “Draghi ci ringrazia perché ieri abbiamo fatto abbassare lo spread..” dice Fiorello, “il messaggio lo ha scritto mentre con la sinistra scriveva la finanziaria…e lo ha mandato con un piccione viaggiatore perché lui non usa i social”. Piccione viaggiatore “che ha visto le piume di Achille Lauro e ha deciso di fermarsi” aggiunge ridendo. Infine, parlando dei ragazzi che torneranno alla Dad: “Il tempo che vi stanno togliendo vi verrà restituito- dice Fiore-. Ma io voglio fare un appello ai grandi: organizzate una campagna vaccinale di quelle potenti così torniamo al più presto alla normalità”. Inizia la seconda serata della 71esima edizione del Festival della canzone italiana. Si parte, come ieri, dalle Nuove proposte. Si esibiscono in quattro. Il primo è Wrongonyou che canta “Lezioni di volo”, poi tocca a Greta Zuccoli col brano “Ogni cosa sa di te”, quindi è la volta di Davide Shorty (vincitore ieri del Premio Lunezia) in gara con la canzone “Regina”. La quarta e ultima Nuova proposta è il duo Dellai col brano “Io sono Luca”. Davide Shorty e Wrongonyou in finale Davide Shorty e Wrongonyou passano direttamente alla serata finale di venerdì. A decidere il risultato è stata la combinazione di televoto(34%), giuria Demoscopica (33%), Sala Stampa (33%). E’ la veterana Orietta Berti ad aprire la gara dei Big. Canta “Quando ti sei innamorato”. Fa il suo debutto come co-conduttrice Elodie. Scende lentamente lungo la scala: “L’abito è molto pesante”, dice, il fisico statuario avvolto in un lungo vestito rosso di strass con spacco profondissimo, i capelli raccolti. “Sono felicissima, molto orgogliosa di essere qui”. Presenta il secondo big in gara stasera: Bugo canta la canzone “E invece sì”. E Morgan colpisce ancora. Di fare pace proprio non se ne parla. E così, un anno dopo il fattaccio dell’Ariston, mentre il suo ex amico entra sul palco per cantare la sua canzone, Morgan pubblica sui social ‘Le cattive intenzioni’, il brano rivisto e corretto dallo stesso Morgan, che l’anno scorso costò alla coppia la squalifica dal festival. Arriva Laura Fiorello accoglie sul palco Laura Pausini sulle note di Bohemian Rhapsody dei Queen, riarrangiata sul testo di “La solitudine”, brano che ha dato il successo iniziale a Laura Pausini. “Strano che una canzone cantata da un’italiana sia nominata a un premio in America..non mi aspettavo di vincere” dice Laura, parlando del premio vinto per ‘Io si’ (Seen)’ come migliore canzone originale, brano composto in collaborazione con Diane Warren e Niccolò Agliardi. E’ il brano portante de ‘La vita davanti a sé’, il film di Eduardo Ponti girato con la madre Sofia Loren. Ma non è finita qui. Pausini e Fiorello allestiscono un siparietto che rianima la serata. Lo showman fa il beatbox con l’interprete che canta alla perfezione ‘This is the rythm of the night’ di Corona, chiedendo all’orchestra di tenere il ritmo. Infine, ancora commozione: “Grazie Sophia (Loren, ndr) per avermi scelta. Questo film porta un messaggio di integrazione e uguaglianza, è stata la chiave che ha dato un battito diverso al mio cuore”. E poi un messaggio: “Quando viaggi tanto non ti puoi sentire solo, se no non hai coraggio. E io ce l’ho per voi”. “E niente.. anche stavolta me la sono fatta sotto.. Grazie Sanremo, grazie @rosario_fiorello e @giovanna_e_amadeus per avermi invitata..e Grazie #edoardoponti e #sophialoren vi devo davvero tanto per avermi scelta. #lavitadavantiasé “. E’ il tweet che Laura Pausini scrive a caldo subito dopo la sua esibizione

E niente.. anche stavolta me la sono fatta sotto.. #IoSi GRAZIE @SanremoRai grazie @rosario_fiorello e @giovanna_e_amadeus per avermi invitata..e Grazie #edoardoponti e #sophialoren vi devo davvero tanto per avermi scelta. #lavitadavantiasé #pausinisanremo2021 pic.twitter.com/j4pab7S3yd — Laura Pausini (@LauraPausini) March 3, 2021

Continua la gara. Canta Gaia, il brano è “Cuore amaro”, poi Lo Stato sociale con la canzone “Combat pop”. L’omaggio a Ennio Morricone Omaggio a Ennio Morricone sul palco dell’Ariston da parte prima del trombettista Nello Salza con il tema di ‘Il buono, il brutto e il cattivo, poi del figlio Andrea Morricone che dirige l’orchestra sulle note di ‘Metti una sera a cena’ e infine di Il Volo che canta ‘Your Love’. Commozione non solo per il ricordo, ma anche per Ignazio Boschetto, uno dei componenti del gruppo vocale, sul palco nonostante abbia perso il padre domenica. “Sono contento che siate qua anche in un momento moto difficile, nella serata dedicata alla musica italiana nel mondo”, dice Amadeus. “A me piace guardare i cantieri con le mani dietro la schiena… Perché anche a scavare gli scavi serve usare il sistema giusto, mica sempre si nasce già bravi, mica sempre chi scava ci ha gusto… Sai la vita, la vita a vent’anni è una giostra di luci accese, ma poi vedi anche dopo i sessanta ti regala sorprese”. Fiorello fa la parodia di Vasco Rossi, regalandosi un ‘inedito’ scritto dal rocker per lui, che si chiude sulle immagini di un’autobetoniera al lavoro in un cantiere. Titolo, ‘Gli scavi sopra’. Si torna alla gara con La rappresentante di lista e la canzone “Amare”. Poi Malika Ayane, che pare Lady gaga. Canta il brano “Ti piaci così”. Schwazer, la resilienza “Chi mi ridarà la vita che ho perso in questi anni? Nessuno, non si può tornare indietro, masi può rimediare, non si possono perdere altre gare senza avere colpe. La mia bimba mi vedrà in gara per qualificarmi, e poi alle Olimpiadi perché ho tanta determinazione a chiudere questo cerchio: ho vinto in tribunale, ma sono uno sportivo e vinco sul campo da gara”: sul palco dell’Ariston Alex Schwazer racconta la sua determinazione a “essere di nuovo giudicato dalla giustizia sportiva alla luce dei nuovi fatti”, dopo che il gip di Bolzano, a pochi mesi dai Giochi di Tokyo, ha archiviato le accuse penali per doping a suo carico, sostenendo che le imputazioni del 2016 si basavano su provette manipolate. Una riabilitazione che non cancella però la squalifica fino al 2024. “Dopo quattro anni e mezzo ho trovato un giudice coraggio so che voleva andare fino in fondo, voleva vederci chiaro e questa,nella sfortuna, è stata mia fortuna”, spiega il marciatore altoatesino, ancora colpevole per la giustizia sportiva internazionale. A sostenerlo, in questi anni di battaglia, è stata la famiglia: “Ho una bimba di 4 anni, un bimbo che sta per compiere cinque mesi. La famiglia mi ha aiutato a dare il giusto peso alle cose, in mezzo a tanta amarezza”. Show di Elodie, che balla e canta sul palco dell’Ariston tra vecchi e nuovi successi, i suoi e di altri artisti. Tornano all’Ariston Gigliola Cinquetti, Fausto leali e Marcella Bella. Di nuovo omaggio alla musica italiana diventata celebre nel mondo con ‘Non ho l’età’, ‘Dio come ti amo’, ‘Io amo’, ‘Mi manchi’, ‘Senza un briciolo di testa’ e ‘Montagne verdi’. La gara riprende con Ermal Meta che canta “Un milione di cose da dirti” ed Extraliscio con Davide Toffolo, il brano è “Bianca luce nera”. E’ poi la volta di Gigi D’Alessio. “Come lavoratori dello spettacolo ti dobbiamo ringraziare per aver fatto il festival. Hai avuto coraggio” dice D’Alessio ad Amadeus, portando la questione dei lavoratori dello spettacolo fermi da un anno a causa della pandemia. Un applauso dagli italiani per ricordare Davide Astori, il difensore della Fiorentina morto il 4 marzo di tre anni fa in una camera di un albergo di Udine poche ore prima della partita contro l’Udinese. Lo chiede Zlatan Ibrahimovic in collegamento da Milano con Amadeus. Questa sera l’attaccante del Milan non è all’Ariston perché a San Siro per seguire la squadra impegnata contro l’Udinese. Ma da domani ritorna ospite al Festival fino a sabato sera. Tocca a Random con “Torno da te”. Achille Lauro ‘rock and roll’ con Santamaria e Barra Secondo ‘quadro’ per Achille Lauro al Festival di Sanremo. Questa volta il tema è il ‘rock and roll’ e Lauro indossa una parrucca rossa con una lunga treccia, tributo a Mina che su Instagram Lauro definisce “donna dal vero animo Rock ‘N Roll”. Sul palco con lui Amadeus, che introduce Claudio Santamaria e Francesca Barra, seduti sul palco. Achille Lauro inizia a cantare ‘Bam Bam Twist’ e i due ballano insieme, proprio come nel video del brano. Riprende la gara con Fulminacci e il brano “Santa Marinella” e Willy Peyote, che canta “Mai dire mai. La locura”. L’Ariston è senza pubblico? Poco importa, Fiorello la sua gag coinvolgendo gli altri la fa ugualmente e quindi orchestrali bonariamente presi di mira. Scegliendo in particolare la zona in platea dove sono piazzati gli archi, prende il telefonino di una orchestrale, Silvia, e invita a chiamarla così che possa rispondere lui. Una telefonata arriva ma quando Fiorello risponde, chi sta dall’altra parte chiude. “Sembra un pulmino, vi presento il 28 barrato della musica” dice a proposito degli spazi contenuti che ospitano per blocchi gli orchestrali. Poi mette la mascherina FFP2 dicendo che “in platea la devo tenere, sul palco la posso togliere, perché il virus c’è dalla base del palco mentre non agisce quando si sale già il primo gradino, “è il protocollo”. Duetto Fiorello-Elodie sulle note di ‘Vattene Amore’, il brano con cui Amedeo Minghi e Mietta si classificarono terzi al festival del 1990. Per l’occasione Elodie indossa un abito tutto rosso. Poco prima Fiorello aveva fatto sentire un messaggio vocale del fidanzato di Elodie, il rapper Marracash, che faceva i complimenti al festival, diceva di essersi emozionato, e sulla canzone del ‘Trottolino amoroso’ concludeva: “dedicatemela”. Così sul finale del brano Fiorello si improvvisa rapper, fai i complimenti a Elodie e saluta Marracash. Arriva Cristiana Girelli, attaccante della Juventus e della nazionale italiana femminile di calcio. “Il seguito è importante, ci fa piacere. Dal Mondiale qualcosa è cambiato. Siamo un gruppo talmente unito che abbiamo superato tanti ostacoli”, racconta. E aggiunge: “Sono contenta che le bambine possano sognare di essere delle calciatrici, dall’anno prossimo saremo professioniste”. La gara riprende con Jo Evan, che canta “Amica”. Poi tocca a Irama: va in onda il video delle prove di lunedì. La canzone è “La genesi del tuo colore”. Il monologo di Elodie: la forza del sogno “Vengo da un quartiere di periferia di Roma, una borgata, un quartiere difficile. Non avevamo l’acqua calda, i soldi per le bollette. Non ho preso la patente, non ho studiato canto. A 20 anni avevo deciso che per me la musica era finita. Avevo deciso di non fare più niente. Poi ho incontrato una persona, Mauro Tre, che m ha fatto credere in me stessa”. Elodie si mette a nudo sul palco dell’Ariston e racconta la sua vita difficile fino a quando ha incontrato il pianista jazz che le ha dato una possibilità e soprattutto le ha insegnato che “tutti ci meritiamo un momento importante nella nostra vita”. “Ho imparato ad avere coraggio di fare le cose. Probabilmente non sono all’altezza di questo palco, ma essere all’altezza non è più un mio problema”, conclude Elodie, visibilmente commossa.

Ermal Meta in testa alla prima classifica generale Ermal Meta è in testa alla classifica generale provvisoria del 71mo festival di Sanremo. Al secondo posto Annalisa, al terzo Irama. A seguire, nell’ordine: Malika Ayane, Noemi, Fasma, Fedez-Michielin, Lo Stato Sociale, Willie Peyote, Francesco Renga, Arisa, Gaia, Fulminacci, La Rappresentante di Lista, Maneskin, Max Gazzé, Colapesce e Dimartino, ComaCose, Extraliscio, Madame, Gio Evan, Orietta Berti, Random, Bugo, Ghemon, Aiello. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi