Red Hot Chili Peppers in formazione originale per ricordare Hillel Slovak

Red Hot Chili Peppers in formazione originale per ricordare Hillel Slovak

Domenica scorsa i Red Hot Chili Peppers hanno voluto ricordare l’ex compagno Hillel Slovak, primo chitarrista della band, insieme a Jack Irons, batterista nella formazione originale. Irons e Slovak, insieme a Kiedis e Flea, avevano fondato la band nel 1983. Dopo la morte di Slovak nel 1988 per overdose di eroina anche Irons lasciò la band. I due furono sostituiti rispettivamente da John Frusciante e Chad Smith.

L’occasione di questa reunion è stata quella del concerto a Grand Rapids, dove Irons ha raggiunto gli ex compagni sul palco per esibirsi sulla cover di Fire di Jimi Hendrix, il giorno del 29esimo anniversario dalla morte del compagno.
Il brano venne coverizzato dalla band nel 1988 e la canzone apparve su Mother’s Milk, l’LP in cui erano accreditati anche Irons e Slovak.

I Red Hot Chili Peppers recentemente hanno anche ricordato il collega Chris Cornell, proponendo la cover della sua canzone Seasons, dopo che a Maggio l’artista è stato trovato morto nella sua camera d’hotel.

 

Previous La grinta dei Fleet Foxes di scena a Ferrara sotto le stelle
Next System Of A Down: per il nuovo album ci sarà da aspettare

You might also like

NEWS

Il cameo di Ed Sheeran in Game Of Thrones: è polemica

Dopo la premiere dell’attesissima settima stagione di Game Of Thrones (Il Trono di Spade), tutto internet ieri è stato letteralmente invaso dalla notizia sul cameo di Ed Sheeran nella serie.

NEWS

Jack White: per la prima volta un vinile suonato nello spazio

Per celebrare il settimo compleanno della sua etichetta Third Man Records, Jack White ha deciso di fare qualcosa di straordinario, qualcosa che nessuno aveva mai fatto prima. Lo aveva annunciato,

NEWS

Keith Richards: i Rolling Stones in studio nel 2016

Keith Richards sorprende tutti e rivela che The Rolling Stones stanno pianificando di tornare in studio per lavorare a nuova musica. L’annuncio è arrivato durante un’intervista con The Quietus, alla iHeartRadio,