L’uragano Red Hot Chili Peppers travolge il Milano Summer Festival

L’uragano Red Hot Chili Peppers travolge il Milano Summer Festival

Dopo il trionfo al Rock In Roma, i Red Hot Chili Peppers sono approdati ieri sera all’Ippodromo Snai di San Siro (Milano) per l’ultima data italiana di questa tranche estiva del Getaway Tour. E forse, viste le recenti dichiarazioni del batterista Chad Smith, anche l’ultima in assoluto nel nostro Paese.

A far da scenografia alla performance, cinque maxischermi circolari e nulla più: i protagonisti sono loro, quei tre ragazzi un po’ cresciuti, che sul palco riescono a dare sfogo a tutta la loro energia coinvolgendo il pubblico. Ovviamente c’è anche il chitarrista Josh Klinghoffer, che si distingue perchè pare un ragazzino in mezzo a loro, ma pare una versione “ringiovanita” dello stesso John Frusciante, del quale è stato allievo, amico e collega.
Nonostante la band sia attualmente in tour per promuovere l’ultimo progetto discografico, l’album The Getaway, la scaletta pare un vero e proprio greatest hits che ripesca brani dall’ampia discografia della band californiana. 
Dai brani più datati – come Aeroplane, Under The Bridge e Give It Away – passando per Can’t Stop, Californication, The Zephyr Song e By The Way fino ai più recenti Dani California, The Adventures Of Raindance Maggie e Dark Necessities. C’è spazio anche per alcune cover, come l’energica I Wanna Be Your Dog degli Stooges o Higher Ground di Stevie Wonder, per un concerto ad alto tasso di adrenalina.
C’è molta alchimia tra i tre membri storici del gruppo – Anthony Kiedis (voce), Flea (basso) e Chad Smith (batteria) – ed ancora oggi non riusciamo a credere che vogliano rinunciare alla dimensione live e privarci di questi spettacoli rock.
Speriamo proprio che ci ripensino.

Nel ringraziare Live Nation per il gentile invito, vi lasciamo agli scatti a cura di Romano Nunziato:



#Follow us on Instagram