Il grande ritorno dei Corduroy con Return Of The Fabric Four.

Il grande ritorno dei Corduroy con Return Of The Fabric Four.

Autori: Corduroy

Album: Return Of The Fabric Four

Label: Acid Jazz Records

Un ritorno dopo oltre 20 anni di assenza dai palchi italiani per una delle band più amate dell‘Acid Jazz Records.

Cinque album tra il 1992 ed il 1999, i primi tre “Dad Man Cat“, “High Havoc” e “Out Of Here” sono diventati ben presto tra i maggiori best seller dell’etichetta londinese. Anche grazie a lunghi tour in Europa, Giappone ed Australia i Corduroy raggiungono l’apice della loro carriera quando, nel 1994, i Blur li invitano all’Alexandra Palace Extravaganza insieme a Pulp e Supergrass. Poi qualche problema, come il cambio di etichetta insieme a qualche scelta artistica azzardata li ha portati allo scioglimento alla fine degli anni 90.

Ma ora eccoli di nuovo con le oro solide e solite note, in un nuovo episodio della loro saga, in cui marce di colore jazz si legano a strambi ritmi funky e un retrogusto di stampo noir poliziesco. Musica consapevole della sua beatitudine e del suo sapore strumentale, che vede la luce nella primavera del 2018, con una passione cinematica molto anni settanta che stravince su ogni tentativo di chiudere i loro suoni in un angolo.

Echi di Beach Boys che si camuffano col funk (The Cleaner), mentre il telone si apre a suon di spontaneo humour “brit” e contagiosa energia, con una carrellata di animo soul e amore per sonorità eclettiche di tipo multietnico. Ascoltare Sambarella, per esempio lascia aperte le porte del sound di Arto Linsday che incontra la West Coast, mentre i Corduroy continuano ad alimentare una musica corale che in un brano, Black mail, celebra il moog e un drumminfg spontaneo molto creativo.

Musica per palati fini ed estroversi veri, quella di un disco che dopo la riunione del 2013 si all‘Islington Academy a Londra vedi i gemelli Addison utilizzare di nuovo la creatività del piano e un ritmo preciso. Come nella godibile Sneake Appeal, dove si sente una chitarra elettrica far da ponte lungo un suono maturo e mai lineare, pronto a sposare la bossanova.

Chiude una cavalcata acid pop cantata come ai bei tempi al pub, in un Saturday Club che odora di festa pre-partita e tempo liberato dal lavoro, prima di qualche passaggio psichedelico con Jumping Spider, in pura estasi sonora.

I Corduroy sono ritornati, quindi, anche per due sole date italiane promosse da  Solid Bond, il 18 ottobre al Bravo Cafè di Bologna e il 19 ottobre al Biko di Milano, in cui i Corduroy si presenteranno in formazione originale, con Ben e Scott Addison alle voci, batteria e tastiere, Richard Searle al basso e Simon-Nelson Smith alla chitarra. Un live set che comprenderà i classici del gruppo come Something In My Eye, The Frightners, Mini e i brani tratti dal nuovo lavoro “Return Of The Fabric Four“.

18/10/2018 BOLOGNA @ BRAVO CAFFE’ (facebook event)
19/10/2018 MILANO @ BIKO CLUB (facebook event)

TICKET
Prevendite Milano: 15€+dp _ https://www.mailticket.it/evento/17569
Prenotazioni Corduroy @Bravo Caffè Bologna: Tel. 051/266112 – 333.5973089 Email:info@bravocaffe.it

 

Andrea Alesse

recensioni@thefrontrow.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi