IO e la Tigre, la recensione di GRRR Power

IO e la Tigre, la recensione di GRRR Power

IO e la Tigre

GRRR Power     

Garrincha Dischi

 

Nuovo episodio per il duo di ragazze de IO e la Tigre, tra piacevolezze pop rock e melodie accattivanti. Una composizione che arriva dal profondo di una band che elettrizza l’atmosfera con ritmi che pescano dal cantautorato femminile e dalla dinastia power pop che utilizza potenza punk rock e la caparbia femminile per raccontare storie riuscite.

Musica che scorre via graffiante, grazie alla solidità di Aurora e Barbara, io cui spiccano le nervose linee di basso di Singapore (Bambole di Pezza power) e la rabbia di Dammi le mie chiavi, una storia di amore che suona corposa nella sua ricerca di spazio.

Tra le dieci canzone, troviamo anche una poesia danzante e romantica dal titolo Luna Piena, oltre al manifesto irriverente di Storie maledette. Parliamo, in quest’ultima canzone, di una salsa rock dove cappelli messicani e storie quotidiane si incrociano tra mostri e un omicidio fittizio. Soffrire si, ma con gusto, sino al ritmo del ritornello rock di Dormi bene, tratto distintivo in cui una batteria alla Stella Maris incrocia animi soft. Un tratto distintivo di un duo, IO e la Tigre, già da un pezzo al centro della scena alternative italiano.

 

Andrea Alesse

recensioni@thefrontrow.it

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi