Ramin Bahrami e Danilo Rea al Teatro San Domenico di Crema

Ramin Bahrami e Danilo Rea al Teatro San Domenico di Crema

Serata speciale ieri al Teatro San Domenico di Crema con Ramin Bahrami e Danilo Rea, due pianoforti e quattro mani per un omaggio all’imponente eredità musicale di Johann Sebastian Bach:

…In Bach?. Un concerto dedicato alla produzione per tastiera meno conosciuta del compositore tedesco le cui opere occupano una posizione di assoluto rilievo nella storia della musica, sia per il loro valore intrinseco che per il ruolo storico dell’intera produzione.

…In Bach? è un viaggio musicale in cui la musica classica di Bahrami si sposa con le incursioni jazz del maestro Danilo Rea che grazie alla sua grande versatilità e apertura musicale si conferma uno dei più importanti pianisti jazz italiani capace di spaziare in composizioni classiche e non solo. Con questo dialogo di generi il concerto rende più accessibile il mistico mondo bachiano anche alle nuove generazioni.
Un vero amore inseguito per molti anni, un amore passato dai piano solo dedicati alle grandi arie liriche ai concerti per piano ed orchestra – spiega Danilo Reaaggiungendo l’improvvisazione a ciò che i grandi compositori avevano scritto. Un sogno di libertà interpretativa che trova coronamento in questo duo dedicato all’arte del grande Bach, fonte inesauribile di ispirazione per la musica che è stata e di quella che sarà. E grazie a Ramin e alla fiducia reciproca troveremo nuovi incanti”.

…In Bach? vuole dare nuova linfa e vitalità ad un repertorio di dubbia attribuzione. “Negli anni successivi alla sua scomparsa, della musica bachiana si persero quasi completamente le tracce – spiega Ramin Bahrami. Ecco perché i brani che entrano a far parte di questo progetto sono stati per lungo tempo oggetto di studi filologici da parte del Bach Archiv di Lipsia (che li possiede tutt’ora), ma la complessità polifonica non lascia più dubbi sull’attribuzione di questi brani a Bach. Brani meno eseguiti di tante altre opere, ma ricchi di spiritualità. Considerando l’estetica, la struttura e lo spirito, non possono non essere che del genio tedesco”.

Bach Is In The Air  ha portato una poesia di suoni e di immagini in Teatro.

Una dedica particolare agli amici Patrizia ed Umberto Cabini

Ringraziando il Teatro San Domenico di Crema per il graditissimo invito, vi lasciamo ad una selezione di scatti a cura di Stefanino Benni :

Previous Universal Sex Arena e Manetti! Gente che dal vivo non si tira indietro
Next Las Robertas e Ainè, la nuova settimana al Circolo Ohibò

You might also like

REPORTAGE

L’Unicredit Pavilion si tinge di jazz con Chiara Civello

Per tutto il mese di novembre l’Unicredit Pavilion si trasforma in un tempio jazz, grazie ad una serie di eventi esclusivi che portano nel capoluogo lombardo il meglio dei cantautori jazz italiani.

REPORTAGE

Il pianoforte di Tori Amos ammalia il Teatro degli Arcimboldi

Tori Amos è tornata in Italia per presentare al pubblico la sua quindicesima fatica in studio, l’album Native Invader, uscito solo qualche settimana fa. Ieri sera, ad attenderla, la cantautrice

GALLERY

Decibel Live Teatro la Fenice Senigallia

Il rock dei Decibel e il loro anticristo Programmata come la prima tappa del tour 2018, che segue la pubblicazione del nuovo lavoro discografico L’Anticristo, quella di Senigallia è stata