Pistoia Blues Festival: il 1 Luglio il fischio d’inizio con i Mumford & Sons

Pistoia Blues Festival: il 1 Luglio il fischio d’inizio con i Mumford & Sons

Mercoledì 1° luglio partirà la 36esima edizione del Pistoia Blues Festival, una delle più importanti di sempre, che continuerà fino al 24 di Luglio con la chiusura affidata a Sting.

L’apertura del Festival prevista per mercoledì in Piazza Duomo sarà affidata all’attesissimo concerto dei Mumford & Sons, una della band inglesi di maggior successo nel mondo. Si tratta della prima partecipazione al Festival pistoiese per la band rock/folk nata a Londra. La band, oltre ai brani degli album precedenti che li hanno resi famosi come I Will Wait o Babel, presenteranno dal vivo anche il loro terzo album Wilder Mind, uscito lo scorso maggio ed in vetta alle classifiche di mezzo mondo. Il Gentleman of the Road Tour prevede un concerto più rock con la batteria dove però non mancherà il banjo ed il coinvolgimento di sempre dei loro concerti, sempre più affollati di fan.

Per l’occasione del concerto pistoiese la band ha realizzato un manifesto originale rappresentando in disegno il campanile del Duomo di Pistoia per quello che rimarrà un particolare ricordo di questo indimenticabile appuntamento.

La band, che è stata sotto i riflettori dei Grammy, dei Brit, e si è esibita in concerto alla Casa Bianca, torna in concerto dopo una pausa usata per realizzare il nuovo materiale discografico. Wilder Mind è il seguito dei loro precedenti dischi: Sigh No More del 2009 e Babel del 2012.

La formazione attuale è composta da Marcus Mumford (voce, chitarra acustica ed elettrica, batteria, percussioni, mandolino), Ted Dwane (voce, contrabbasso, basso elettrico, chitarra acustica ed elettrica, batteria, percussioni), Ben Lovett (voce, pianoforte, tastiere, organo, fisarmonica, batteria, percussioni) e Winston Marshall (voce, banjo, mandolino, chitarra resofonica, basso, chitarra elettrica).

In apertura il giovane cantautore inglese Eaves (alias Joseph Lyons) recentemente uscito con il suo album di debutto What Green Feels Like, pubblicato dalla stessa casa discografica di Mark Lanegan, la Eavenly Records.

Biglietti ancora disponibili nei punti vendita tradizionali al prezzo di 40€+dp (posto unico piazza) e 45€+dp (tribuna numerata a sedere) oppure il giorno del Festival alle casse (apertura ore 17). I cancelli apriranno alle ore 19:00 mentre il concerto di Eaves partirà alle 20:45.
Info: www.pistoiablues.com

Dopo i Mumford & Sons il Festival continuerà il 3 luglio con i Counting Crows (in apertura Arianna Antinori) ed il 7 luglio con Hozier, il giovane cantautore autore della hit single Take me to Church. Poi Passenger (15 luglio), Italian Blues Night (17), The Darkness + Black Label Society (18 luglio, Esclusiva nazionale), Dream Theater (19), Santana (21) e Sting (24).

PISTOIA BLUES FESTIVAL 2015
Piazza Duomo. Il programma del main stage.
L’edizione è dedicata alla memoria di B.B. King.

1 Luglio – MUMFORD & SONS + Eaves
3 Luglio – COUNTING CROWS + Arianna Antinori
7 Luglio – HOZIER (prima nazionale)
15 Luglio – PASSENGER + Stu Larsen + Proclama
17 luglio – ITALIAN BLUES NIGHT
18 Luglio – THE DARKNESS + BLACK LABEL SOCIETY + J27 + Rain + Runover + Noise Pollution
19 Luglio – DREAM THEATER + QUEENSRHYCHE + Vision Divine + Methodica + Sinheresy
21 Luglio – SANTANA
24 Luglio – STING + James Walsh (Starsailoir)

Editor review

Summary

Il prossimo 1 Luglio prenderà il via il Pistoia Blues festival con il concerto dei Mumford & Sons.

You might also like

EVENTI

Il 29 settembre Ron al Teatro degli Arcimboldi di Milano

Il 29 settembre Ron sarà protagonista al Teatro degli Arcimboldi di Milano con La Forza di dire Sì. Uno speciale evento benefico a sostegno di AISLA, l’Associazione Italiana Sclerosi Laterale Amiotrofica.

EVENTI

L’estate di Locarno, all’insegna del Moon&Stars Festival 2017

Si è tenuta lo scorso 21 Giugno, la Conferenza Stampa di presentazione dell’edizione 2017 del Moon&Stars Festival, l’appuntamento estivo con la grande musica a Locarno, splendida località del Canton Ticino (Svizzera)

REPORTAGE

La vita artistica del Duca Bianco in scena al MAMbo di Bologna

In queste settimane è scattata la polemica sul fatto se è giusto consegnare un premio Nobel per la letteratura a Bob Dylan. Un cantante è prima di tutto un artista.