Phoenix: un soldout da brividi al Fabrique

Phoenix: un soldout da brividi al Fabrique

Ad 8 mesi di distanza dalla dal debutto italiano del Ti Amo Tour, i Phoenix sono ritornati in Italia al Fabrique di Milano per una data andata completamente soldout.

L’ultimo lavoro della band francese, contraddistinto da titoli e testi in italiano, non aveva raccolto grandi consensi. Anche l’immagine che richiamava in qualche modo una cartolina nostalgica del Belpaese, negli anni della Dolcevita e del boom economico non aveva aiutato le vendite, sia all’estero che, sorprendentemente, qui da noi.

Ci ha pensato il live meneghino a restituire la vera essenza di una band, in grado di far ballare, sognare e divertire, con brani pop che ammiccano, talvolta alla dance.

Nell’ora e mezza abbondante di spettacolo, Thomas Mars e compagni hanno dimostrato appieno la loro grande abilità di coinvolgere il pubblico dal vivo, in un crescendo che ha raggiunto l’apice proprio al momento del bis.

Luci coloratissime e quasi hollywoodiane, ci hanno portato in un grande negozio di caramelle. Una scenografia semplice che ha fatto risaltare un’esibizione divertente e coinvolgente.  In almeno tre occasioni, Mars è sceso dal palco per raccogliere l’abbraccio del pubblico. L’ha fatto durante alcune ballate, ma anche nel bis, quando l’atmosfera dancereccia aveva surriscaldato il cuore della hall milanese. Toccante il ricordo dedicato a Lucio Battisti, del quale è stato proposto un breve cameo di Emozioni.

I critici, quando c’è il pop di mezzo, storcono spesso il naso, ma a loro rispondiamo: “la musica non è solo dolore, ma anche divertimento” ed allora W i Phoenix.

La serata è stata aperta da Giorgio Poi, ennesimo esponente del nuovo cantautorato indi-pop, che sta spopolando in Italia da un paio d’anni.

Nel ringraziare Vivo Concerti per l’invito, vi ricordiamo la scaletta della serata.

J-Boy, Lasso, Entertainment, Lisztomania,Trying to Be Cool / Drakkar Noir, Lovelife, Role Model, Rally, Too Young / Girlfriend, Sunskrupt!, Ti amo, Armistice,Rome, If I Ever Feel Better / Funky Squaredance.

Bis: Countdown/Emozioni, Goodbye Soleil, Telefono, Fior di latte, 1901, Ti amo di più.

Foto e testo di Vincenzo Nicolello

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi