Phil Campbell (Motörhead): la recensione del live EP pubblicato (quasi) a sorpresa

Phil Campbell (Motörhead): la recensione del live EP pubblicato (quasi) a sorpresa

Phil Campbell And The Bastard Sons: Live At Solothurn.

Con questo EP live pubblicato solo online a sorpresa, per festeggiare il contratto firmato con la Nuclear Blast, Phil Campbell esce allo scoperto è presenta ufficialmente il suo nuovo progetto post Motörhead.

La band a “conduzione famigliare” vede ovviamente Campbell alle chitarre, e i figli: Todd (chitarra ritmica), Dane (batteria), Tyla (basso) e il sorprendente Neil Starr alla voce.

  Il disco si apre subito con un brano inedito, molto interessante, Big Mouth, dove emerge subito Neil Starr come vocalist. 

Il secondo brano è Nothing Up My Sleeve, ovviamente dei Motorhead, seguita senza pause da Spiders (altro inedito di alto livello) e da Take Aim (sempre inedito) che però fatica a decollare. 

Il quinto brano è il classico R.A.M.O.N.E.S., a chiudere le danze ci pensa la perla di questo EP una grandiosa cover di Sweat Leaf dei Black Sabbath.

Siamo sicuri che Campbell, tornerà al più presto a comporre e ad incidere riff infernali, con il suo solito sound distruttivo alla Motorhead. Se da questo EP vi aspettate qualcosa di nuovo, o di straordinario non ascoltatelo, rimarreste delusi, se invece semplicemente amate il sound più grezzo, e amate i Motorhead e volete sentire ancora una volta quella chitarra, verrete allietati per 30 buoni minuti da una massiccia dose di hard rock. 



#Follow us on Instagram