Paolo Conte: un sold out pieno di emozioni

Paolo Conte: un sold out pieno di emozioni

Un sold out d’altri tempi per l’apertura dell’edizione numero 20 di Astimusica. D’altra parte in piazza Cattedrale era atteso l’eroe di casa: Paolo Conte.

Il cantautore, 78 candeline, ha regalato due ore di grandi emozioni, accompagnato da una grande orchestra, che da sola avrebbe potuto reggere la pressione dei 2.300 spettatori presenti, nonostante i prezzi tutt’altro che popolari.
L’avvocato si è presentato puntuale verso le 21.30, un po’ affaticato, ma assolutamente ben disposto ha iniziato a sciorinare i suoi brani più celebri: Vieni via con me, Gli impermeabili, Alle prese con una verde milonga e tanti altri ancora. Ma molto spazio è stato dato anche al suo ultimo lavoro di inediti, intitolato Snob.
Acclamato e coccolato come solo ai grandissimi successi, Paolo non ha proferito parola. Il suo unico verbo è la musica, i testi, il kazoo e il pianoforte. Ma nessuno, davvero, è rimasto infastidito per questo mutismo.

Astimusica proseguirà fino a domenica 19 luglio. Questi gli appuntamenti: questa sera arriverà Umberto Tozzi: 45 anni di carriera e 70 milioni di dischi venduti, che lo vedono tra i primi nel panorama musicale italiano. (ingresso 10 euro). Il fine settimana sarà articolato su due concerti gratuiti. Venerdì 3 arriveranno i Folkstone, con la loro musica che spazia dal tradizionale popolare al metal, proponendo testi molto attuali. Sabato 4 sarà la volta di Ensi, celebre freestyler e rapper torinese. Nel week end ci sarà anche la prima edizione del Premio Giorgio Faletti che partirà proprio sabato 4 con L’ultimo giorno di sole, prima nazionale dello spettacolo di parole e canzoni inedite scritto da Giorgio Faletti per l’attrice e cantante Chiara Buratti, con regia di Fausto Brizzi e arrangiamenti musicali di Andrea Mirò. Domenica 5 in piazza Cattedrale saranno a assegnati i premi a Fausto Brizzi (cinema), Dindo Capello (sport), Severino Cesari (letteratura), Massimo Cotto (musica) ed Enzo Iacchetti (comicità).
Lunedì riprenderà Asti Musica Paolo Fresu e Brass Bang (15 euro), martedì 7 arriverà a Carmen Consoli (20 euro), merc0ledì 8 sarà la volta di Rick Wakeman (15 euro), mentre giovedì 9 sono attesi Danilo Rea e Doctor 3 (10 euro). Il festival si chiuderà con Mannarino sul palco venerdì 10 (biglietti da 20 euro), Levante e Chiara Dello Iacovo (sabato 11) e Arianna Antinori (domenica 12).

Testo e foto a cura di Vincenzo Nicolello

Previous Nirvana: ad agosto il Best Of in vinile e blu-ray
Next The Libertines: tutti i dettagli sul nuovo album Anthems For Doomed Youth

Editor review

Summary

Ieri sera Paolo Conte ha dato il via alla 20esima edizione di AstiMusica, con un concerto lungo oltre due ore.

You might also like

GALLERY

Il punk-pop dei Counterfeit di scena al Zona Roveri di Bologna

I Counterfeit sono una band inglese punk rock di Londra, Inghilterra, formata nel 2015, composta dal cantante e chitarrista Jamie Campbell Bower, dal chitarrista Tristan Marmont e dal bassista Roland

REPORTAGE

Jack Savoretti: una voce ed una chitarra per incantare Veneto Jazz

Dopo aver incantato il Gardone Riviera e Recanati, Jack Savoretti è approdato insieme all’inseparabile chitarra acustica nella splendida cornice di Villa Pisani a Strà (VE), per un nuovo appuntamento della

GALLERY

Mr. post rock e vino rosso, Mogwai live al Fabrique

Mogwai live è da sempre sinonimo di expertise e ragionevolezza. Una band padrona di se stessi che si mimetizza tra le mille e oltre luci della ribalta (colonne sonore e