50 anni di Nomadi al Creberg Teatro di Bergamo

50 anni di Nomadi al Creberg Teatro di Bergamo

Mercoledì 3 febbraio, il Creberg Teatro di Bergamo ha ospitato una delle band più longeve e attive di tutto il panorama italiano. Stiamo parlando dei Nomadi, che vantano una carriera lunga 50 anni, con oltre 30 album in studio, l’ultimo dei quali si intitola Nomadi. Il sogno di due sedicenni divenuto realtà, contenente 12 classici del loro repertorio rivisitati.

In copertina, spiccano le immagini di Augusto Daolio e Beppe Carletti da ragazzini, all’epoca della fondazione del gruppo. Un omaggio di Carletti al compianto compagno di avventure, scomparso oramai 30 anni fa. In scaletta non mancano, quindi, i grandi classici della formazione emiliana, da Io Vagabondo, a Dio è Morto, passando per Canzone per Un’Amica, che inevitabilmente sono quelli che più coinvolgono il pubblico. Ma ci sono anche i brani dell’ultimo album di inediti della band, Lascia Il Segno, uscito lo scorso anno.
Alla voce c’è Cristiano Turati (che nel 2012 ha colto il testimone da Danilo Sacco), che svolge bene il difficile compito di cantante e tracinatore.
Nonostante i numerosi cambi in formazione ed il tempo che passa inesorabile, lo stile dei Nomadi è sempre rimasto lo stesso.

Si ringrazia MK Produzioni e Creberg Teatro per il gentile invito.
Queste, le foto della serata a cura di Sandro Niboli:

Editor review

Summary

Ieri sera, mercoledì 3 febbraio, il Creberg Teatro di Bergamo ha ospitato una delle band più longeve e attive di tutto il panorama italiano: i Nomadi.

You might also like

GALLERY

Gli Enter Shikari live al Circolo Magnolia – Le Foto

Dopo la trionfale data dello scorso 5 Febbraio ai Magazzini Generali e quella dell’altra sera a Pinarella di Cervia, gli Enter Shikari sono tornati – ieri sera – in quel

GALLERY

Kamelot e Gus G. al Live Club!

I Kamelot approdano al Live Club di Trezzo per presentare il loro nuovo album Haven. A scaldare gli animi prima del concerto è stato chiamato il chitarrista di Ozzy Osbourne

RECENSIONI

The Darkness: il live report Bologna

La band inglese dopo due dischi di successo, usciti agli inizi degli anni 2000, si sciolse come neve al sole,  soprattutto per colpa degli abusi di cocaina e di alcol di Justin