Neil Diamond ha il Parkinson, si ritira dalle scene live

neil-diamond

Neil Diamond ha il Parkinson, si ritira dalle scene live

La cancellazione dei suoi ultimi concerti in Australia e Nuova Zelanda non aveva fatto ben pensare. Ed oggi arriva l’annuncio che Neil Diamond si ritirerà dalla scena live a causa di un grave disturbo che gli è stato diagnosticato. Il cantante soffre del morbo di Parkinson, una malattia neuro-degenerativa che tende a peggiorare sempre più con il passare del tempo.

 

Diamond avrebbe dovuto esibirsi sia in Australia che in Nuova Zelanda tra il prossimo Marzo ed Aprile, come parte del suo tour a celebrazione dei suoi 50 anni in musica, ma ora è stato confermato che queste date non si terranno a causa della recente diagnosi.
Per comunicare ai fan la triste notizia, il cantante ha diffuso un comunicato tramite il suo sito ufficiale in cui viene specificato che le sue condizioni attuali “rendono difficile viaggiare ed esibirsi su larga scala, ma al momento permettono a Mr. Diamond di continuare a scrivere, registrare e sviluppare nuovi progetti”.

Lo stesso Diamond ha voluto commentare la news:

“E’ con grande riluttanza e disappunto che devo annunciare il mio ritiro dalla scena live. Sono comunque onorato di aver presentato i miei show al pubblico in questi 50 anni. […] Le mie scuse più sincere vanno a chi ha comprato i biglietti e stava pianificando di venire ai prossimi show. Ho pianificato di restare attivo nella scrittura, nella registrazione e altri progetti ancora per lungo tempo. […] I miei ringraziamenti vanno al mio fedele e devoto pubblico attorno al mondo. Avrete sempre la mia stima per il vostro supporto ed incoraggiamento. Questo viaggio è stato ‘so good, so good, so good’ grazie a voi.”

Paul Dainty, il promotore australiano di Neil Diamond, si è dichiarato “devastato e rattristato” dalla news.

 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi