Mike Shinoda al Fabrique di Milano!

Un’ondata di fan super affiatati accoglie Mike Shinoda al Fabrique di Milano che continua nel suo impegno per raggiungere e consolare tutti i fan dei Linkin Park che ancora soffrono per la morte del frontman Chester Bennington.

La promozione di Post Traumatic è la scusa per il cantante americano per radunare tutti i fan per esorcizzare il dolore cantando anche brani dei LP e dei Fort Minor (suo personale B-side).
L’emozione è tanta e il pubblico del Fabrique di Milano si rende protagonista per tutta la durata del concerto, cantando quando c’è da cantare, muovendo le mani a tempo quando bisogna farlo e inondando di oggetti il palco di Shinoda, che quasi imbarazzato, chiede ai presenti di essere un pò pazienti se le cose non vanno come avevano immaginato.

Ma la festa è un gran successo, numerose sono le canzoni da cantare a squarcia (Petrified e Until It Breacks) ma molte altre sono da pelle d’oca (In The End, Numbs, Roads Untraveled) per l’intensità e la commozione con cui vengono cantate da tutti.

Mike Shinoda, che questa volta non subisce il peso di 3 mesi di tour sulle spalle e che si presenta in ottima forma sul palco, è solo la scintilla alla serata che si infiamma grazie al pubblico che sente decisamente la mancanza dei Linkin Park.
Speriamo di rivederli al più presto sul palco.

Grazie ad Indipendente Concerti e Live Nation.
Testo e fotografie a cura di Stefano Cremaschi.

 

 



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi