L’importante è essere ancora sulla scena, i Marydolls fuori con Tutto bene.

L’importante è essere ancora sulla scena, i Marydolls fuori con Tutto bene.

Artista: Marydolls
Album: Tutto bene
Booking: Astarte Agency

I Marydolls arrivano al disco della maturità, il terzo lavoro di una band che condivide furgoni e palchi dall’età di 16 anni. Si tratta di Tutto bene, canzoni di rock energico con attitudine catchy cantate in italiano e con cori che sprigionano sicurezza e belle sorprese sonore. Registrato da Lorenzo Caperchi (al lavoro già con Bluvertigo, Massimo Volume), vede infatti apparizioni importanti quali Nicola Manzan (compositore e eccentrico protagonista di Bologna Violenta, agli archi), Daniela Savoldi (collaboratore, tra agli altri di Dente, al violoncello), Marco Giuradei (al piano/fisarmonica) e Paolo Blodio Fappani (alla chitarra). I temi sono sinceri e affrontano le stranezze e l’ insufficienza della routine, con un tessuto spesso molto vicino ai tratti sonori di Ministri e compagnia bella italiana. Una tentazione indie rock ha avvicinato i nostri Marydolls, facendoli discostare dalle vecchie onde grunge e portandoli sulla strada della melodia, tra la gioventù che fugge, le costrizioni del Natale in famiglia e la voglia di dimostrare di esserci ancora. La sfida, infatti, è quella di attestare ancora la loro tenacia e la loro voglia di fare musica, dopo tanti anni sulla scena underground e non solo, vista anche l’ apparizione all’ormai defunto Heineken Jammin’ festival.
Tutto bene inizia subito con il proclama sonoro di Voglio essere giovane, con muro di chitarre e parole dedicate alla tensione giovanilista che sfocia in ritornelli e desiderio di essere veri. Diviene sempre più chiara, quindi, la scelta della bella copertina del disco, in cui tre bambini si tuffano simbolicamente nel globo, un mare magnum di esperienze e difficoltà a cui rispondere con il credo rock. In Dimmi la verità gira invece alla grande un sound seventies con effetti sonori e voce più energica, segno della capacità di cambiare ritmi e spirali sonori. Compaiono gli archi nella melodica D’estate al mare, pronta a esplodere con elettricità per rimarcare la voglia di sganciarsi dal luogo comune dell’estate marittima, assolata e vacanziera. Ci sono invece sound alla Tre allegri ragazzi morti in C’è chi e in Lei dice, danzante ballad rock con toni amorosi, mentre Stelle cadenti utilizza chitarre acustiche per dare un tono pop e violino che poi si fonde alle percussioni in un folk rock finale. La successiva titletrack Tutto bene si estranea dal contesto, assumendo sinistri toni ripetuti intorno ad un groove elettrico. Emerge tra le 12 tracce la significativa Berlino, singolo che precede l’album e dichiarazione di chi ha ben chiari i propri valori di artista sperimentatore con animo noise e chitarre al seguito. Si sentono poi i buoni arrangiamenti in Oggi mi butto, altra canzone in cui la vena poetica è sempre attenta a effervescenti riff elettronici devoti ai Calibro 35, evidenti anche in Rapina. Dopo l’ascolto di Tutto bene sono dunque curioso di vederli dal vivo e percepire la loro energia, per capire se, come nel disco, i Marydolls mordono ancora.

Testo a cura di Andrea Alesse

You might also like

USCITE

Paul McCartney suonerà la batteria nel nuovo album dei Foo Fighters

Il 15 Settembre si sta inesorabilmente avvicinando e pian piano affiorano tutte le novità relative al nuovo disco dei Foo Fighters, Concrete And Gold, la cui uscita è stata annunciata

USCITE

Domani esce l’attesissimo Paper Gods dei Duran Duran

Approderà domani – 11 Settembre 2015 – in tutti i negozi di dischi e digital store Paper Gods, il nuovo lavoro in studio dei Duran Duran. Ad anticipare il disco,

USCITE

Jeff Lynne dell’Electric Light Orchestra pubblica Alone In The Universe

Conosciuto come una delle icone della musica internazionale, Jeff Lynne dell’Electric Light Orchestra pubblicherà il 13 novembre 2015 un nuovo album di inediti intitolato Alone In The Universe, il primo