Mark Knopfler conclude a Lucca il mini-tour italiano – Le Foto

Mark Knopfler conclude a Lucca il mini-tour italiano – Le Foto

Dopo Barolo e Roma, il mini-tour italiano di Mark Knopfler si è concluso ieri sera a Lucca, con una performance da standing ovation.

Il virtuoso della chitarra, con la sua fedele Stratocaster, ha conquistato anche il pubblico del Lucca Summer Festival, con un’esibizione entusiasmante ma dai toni sempre pacati, come oramai ci ha abituati. Knopfler è senza dubbio uno dei migliori chitarristi viventi: ha creato uno stile inconfondibile, identificabile sin dalla prima nota, dal suono pulito, ottenuto con il fingerpicking.
Attualmente il chitarrista dei Dire Straits si trova in tour per promuovere l’ultimo album solista Tracker, su cui è basata la set list proposta, anche se non mancano alcuni brani classici della carriera della sua band.

Sul palco Mark Knopfler è accompagnato da una band di sette elementi formata da Guy Fletcher alle tastiere, Richard Bennett alla chitarra, Jim Cox al piano, Mick McGoldrick ai fiati e flauto, John Mc Cusker al violino e mandolino, Glenn Worf al basso e Ian Thomas alla batteria.

Nel ringraziare la D’Alessandro e Galli per il gradito invito, vi lasciamo agli scatti della serata a cura di Ivan Elmi:

Editor review

Summary

Dopo Barolo e Roma, il mini-tour italiano di Mark Knopfler si è concluso ieri sera a Lucca, con una performance da standing ovation.

You might also like

REPORTAGE

La potenza rock dei Truckfighters fa vibrare il Freakout di Bologna

I posti come il Tunnel di Milano o il Freakout di Bologna, sono quei posti molto garage rock, dove fa caldo dal primo gennaio al 31 dicembre, ma che incarnano

REPORTAGE

Il carisma di Maitre Gims protagonista sul palco del Fabrique

Forte del successo radiofonico dei singoli Est-ce Que Tu M’Aimes e Hasta Luego, entrambi estratti dal doppio album Mon Cœur Avait Raison, Maitre Gims è approdato ieri sera al Fabrique di Milano per

GALLERY

Ritmi underground al New Age di Roncade con i Blonde Redhead

Serata molto particolare ed intensa con i ritmi underground dei Blonde Redhead al New Age Club di Roncade (TV). La band prende il nome da una canzone dei DNA, band