Grande accoglienza al Carroponte per i danesi Lukas Graham

Grande accoglienza al Carroponte per i danesi Lukas Graham

Trainati dal successo del singolo 7 Years, la band danese Lukas Graham torna in Italia per due imperdibili concerti, il primo dei quali è stato ieri sera al Carroponte di Sesto San Giovanni (MI). Stasera la formazione sarà, invece, ospite del Postepay Rock In Roma, mentre tornerà poi nel nostro Paese nel 2017 per un’unica data a Venaria Reale.

Lukas Graham è anche il nome del leader e fondatore della band, nato nella comunità hippies di Christiania a Copenhagen, un’origine che gli ha permesso di coltivare il suo talento e di sentirsi libero di creare, senza regole e preconcetti. E’ così che sono nati i suoi brani, dalle sue esperienze. In particolare il singolo 7 Years è una dedica per il padre, scomparso all’età di 61 anni. Ora, il quartetto composto da Lukas Graham Forchhammer (cantante), Mark ‘Lovestick’ Falgren (batteria), Magnus ‘Magnùm’ Larsson (basso) e Kasper Daugaard (tastiere), è nel pieno della promozione del nuovo singolo Mama Said.

Segnaliamo che il live è stato aperto dal vincitore dell’ultima edizione di X Factor Giò Sada con sua band Barismoothsquad. 

Nel ringraziare Letizia d’Amato S.r.L. e Live Nation per il gentile invito, vi lasciamo agli scatti a cura di Romano Nunziato:

Giò Sada:

 

Previous Fantastica performance dei Pentatonix all'Alcatraz
Next Snoop Dogg: tutte le collaborazioni del nuovo album Coolaid

You might also like

REPORTAGE

Le fotografie di Jack Garratt al Fabrique di Milano!

Le fotografie del polistrumentista britannico Jack Garratt che ieri sera si è esibito al Fabrique di Milano per presentare il suo nuovo album Phase. Ringraziando Vivo Concerti per il gentile

GALLERY

A San Siro è sempre Sabato con Jovanotti – Le Foto

Lo Stadio di San Siro di Milano ha ospitato – ieri sera – un altro grande evento live: la seconda delle tre date milanesi del nuovo tour di Jovanotti, Lorenzo Negli

GALLERY

L’Officina della Camomilla, rinascere indie pop per essere se stessi

Uno show acustico, per terminare la propria stagione giocando in casa nella propria Milano. L’Officina della Camomilla esce allo scoperto abbracciando chitarre allo zucchero filato e cori che l’Acatraz con