Ludovico Einaudi: gli Elements sbancano il botteghino di MonforInJazz

Finalmente a MonfortInJazz è tornato il sole e gli organizzatori possono sorridere per un sold out incredibile.

Ieri sera sul palco dell’Auditorium Horszowski era di scena l’Elements Tour di Ludovico Einaudi e probabilmente se la piccola e suggestiva location, che da 40 anni ormai ospita il festival, avesse avuto il doppio dei posti sarebbero andati tutti a ruba.

Che cosa raccontare dello spettacolo? Assolutamente gradevole e suggestivo. I virtuosismi pianistici dell’artista doglianese si sono fusi con l’elettronica, con strumenti etnici e classici, regalando sonorità fusion e new age.

A completare la conquista dei sensi anche alcune proiezioni che hanno illuminato il proscenio con fantasie colorate.

Il pubblico ha sottolineato con lunghi applausi l’esibizione di Einaudi, che per la verità, ha voltato la schiena alla platea, non mostrandosi mai in faccia, se non per il momento finale, quando il patron e direttore artistico della rassegna, Renato Moscone gli ha consegnato un magnum di Barolo monfortino.

Archiviato questo concerto, per MonforInJazz resta da consumare l’ultimo appuntamento e sarà un nuovo tutto esaurito.

Sabato 6 agosto alle 21.30 è atteso Paolo Conte e sicuramente sarà una festa.

Come ogni festa che si rispetti si concluderà con un brindisi finale offerto dai produttori monfortini. Non ci saranno bollicine nei calici, ma il re dei vini: sua maestà il Barolo.

Ringraziamo MonfortInJazz, Las Chicas Adfarm e Ponderosa Music & Art per l’invito.

Foto e Testo di Vincenzo Nicolello



#Follow us on Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi