Joni-mitchell

Joni Mitchell: gli aggiornamenti sulla convalescenza dopo l’aneurisma

Dopo un periodo di silenzio, arrivano dall’avvocato di Joni MitchellRebecca J Thyne – i nuovi aggiornamenti circa il suo stato di salute che, secondo il legale, ha avuto un “evidente progresso“.

Non possiamo che esserne felici, dato che le condizioni dell’artista sono apparse subito preoccupanti, dopo che lo scorso 31 Marzo la Mitchell era stata trovata senza sensi in casa sua. Dopo il ricovero d’urgenza in ospedale, il bollettino medico era stato davvero inclemente: Joni aveva avuto un aneurisma celebrale, che l’ha costretta per settimane al ricovero. Nonostante le sensazioni iniziali fossero davvero preoccupanti, ora l’artista si trova a casa, dove giornalmente è seguita dall’equipe medica che ne segue la terapia.

 

Rebecca J Thyne è stata intervistata dal magazine People, al quale ha detto di essere stata a trovarla lo scorso 26 Giugno:

“Quando sono arrivata lei era seduta in cucina e mangiava da sola il suo pranzo”.

Ha detto alla celebre rivista. Ha poi proseguito:

“Mi ha anche detto di star ricevendo una eccellente assistenza. Era davvero felice di essere a casa, sta facendo dei notevoli progressi. Ogni giorno fa riabilitazione e, secondo i medici, potrà recuperare completamente”.

 

Questa dichiarazione della Thyne smentisce quindi quanto emerso negli scorsi giorni, per bocca del collega David Crosby che aveva asserito che le condizioni della Mitchell erano ben peggiori di quanto ci volessero far credere, sottolineando che non avesse ancora ripreso a parlare.
A smentirlo per prima è stata la sua tutrice Leslie Morris, che aveva tranquillizzato tutti dichiarando che l’artista aveva ripreso a parlare, e pure in modo molto chiaro.

 



#Follow us on Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi