Delirio per Jacob Whitesides alla Salumeria della Musica

Delirio per Jacob Whitesides alla Salumeria della Musica

Dopo la calorosissima accoglienza ricevuta ad ottobre 2015 (QUI il reportage fotografico), il giovane Jacob Whitesides Ã¨ tornato ieri sera in quel di Milano dove ha presentato ai numerosi (o è forse meglio definirle numerose) fan l’album di debutto Why?, uscito lo scorso settembre.
La data alla Salumeria della Musica nel capoluogo lombardo è l’unica tappa italiana del suo Lovesick Tour 2017.

La carriera di Whitesides è iniziata, guardacaso, da X Factor USA a cui partecipò a soli 14 anni. Dopo alcuni EP di successo, raggiunta una certa maturità artistica, il giovane cantante ha pubblicato il suo primo album in studio – Why?, appunto – da cui sono stati estratti i singoli Lovesick, Focus ed il più recente Open Book. La sue canzoni sono molto orecchiabili ed i testi facilmente riconoscibili, un pop puro che conquista i più giovani. La sua voce è ancora grezza, ma sempre limpida ed intonata, dall’estensione vocale davvero impressionante.. insomma un vero giovane talento da tenere d’occhio negli anni futuri. 
L’atmosfera nel locale è calda sin dall’inizio, ma diventa più coinvolgente durante l’esecuzione dei brani Focus e Lovesick: i fan hanno – infatti – preparato alcune fan action che hanno contribuito a rendere il momento ancora più speciale. 

Nel ringraziare Vertigo per il gentile invito, vi lasciamo agli scatti della serata a cura di Romano Nunziato:

 

 

You might also like

GALLERY

Il lato Human di Rag’n’Bone Man in scena a Roma

E’ approdato ieri sera all’Ex Dogana a Roma, in occasione del Just Music Festival, Rag’n’Bone Man forte del successo riscosso dalle prime due date del suo soggiorno italiano (a Verona

GALLERY

Devastanti Megadeth al Carroponte

Martedì 8 agosto, c’era il pubblico delle grandi occasioni al Carroponte di Sesto San Giovanni, sul palco c’era una band leggendaria del metal a stelle strisce: i Megadeth.  Guidati dal

GALLERY

Gli ambasciatori del doom metal Blood Ceremony sul palco del Bronson di Ravenna

Ad aprire il concerto ci sono gli italiani Istvan. La loro brevissima performance è un mix tra psych/heavy dalle reminiscenze desert con pezzi per lo più strumentali. Poco prima delle 23