il post punk dei Viagra Boys ha scaldato il pubblico di Bologna

il post punk dei Viagra Boys ha scaldato il pubblico di Bologna

La band punk svedese Viagra Boys ha aperto il suo mini tour italiano ieri sera al link di Bologna.

A seguito delle numerose richieste e in conformità con le disposizioni per l’emergenza Covid-19, La data che era stato assegnata al freakout come fu nel 2019,è stata successivamente spostata al Link di Bologna. 

Il nuovo album Welfare Jazz, uscito l’8 gennaio, è stato prodotto da Matt Sweeney (Bonnie “Prince” Billy, Run The Jewels), Justin e Jeremiah Raisen (Yves Tumor, Kim Gordon, Sky Ferreira) e dai precedenti collaboratori Pelle Gunnerfeldt e Daniel Fagerström (The Hives, The Knife).

Sebbene tutto sia intriso di satira, la band torna con il suo marchio post punk pieno del suo scottante rifiuto della normalità, di una società maschilista, misogina e razzista.

Anche il titolo dell’album ha una sfumatura satirica, è la traslitterazione dallo svedese del termine usato per indicare il sostegno finanziario che il governo svedese elargisce ai musicisti jazz, facendone sempre una questione di classe e dando priorità alle istituzioni.

Secondo il mio modesto parere è uno dei dischi più belli del 2021 e non vedevo l’ora di poterli vedere dal vivo.

Se dovessi dare un semplice commento sul loro concerto direi : Clamorosi .

Se i Fountains DC avevano fatto tornare alla vita molti amanti della musica dal vivo, I Viagra Boys hanno riaperto le gabbie della pazzia on stage.

Contro ogni regola i ragazzotti scandinavi hanno fatto un oretta di punk elettronico con dei volumi da fuori di testa.

Chiaramente la discografia è scarna, ma il pubblico ha ballato e pogato quasi ogni brano dimostrandosi fedele dall’inizio alla fine del concerto.

Le prime gelate metereologiche che stanno anticipando l’inverno non si sono viste all’interno del locale bolognese, tanto che si sono visti uomini a torso nudo, pantaloncini corti e tanto sudore come se fosse agosto.

Un concerto memorabile che per chi se lo fosse perso può recuperare con le date di Roma e Milano….. mi sa di no visto che sono anche questi due concerti sold out, allora non bisogna che sperare di rivederli nel 2022 magari in qualche festival estivo. 

Ad aprire il concerto le Automatic Band

La band svedese farà tappa anche a il 30 novembre al Teatro Centrale di Roma e l’1 dicembre ai Magazzini Generali di Milano.

MAR, 30 NOV 
Viagra Boys – Roma – 30.11.21 (SOLD OUT)

MER, 1 DIC 
Viagra Boys – Milano – 01.12.21 (SOLD OUT)

Un ringraziamento particolare a BPM concerti per il gentile invito 

Foto e testo di Carlo Vergani

Viagra boys 

Automatic Band

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi