Idan Raichel in Italia per quattro concerti in piano solo

Idan Raichel in Italia per quattro concerti in piano solo

Idan Raichel ha deciso di prendersi una pausa con gli Idan Raichel Project per dedicarsi al suo progetto solista, per condividere in modo intimo e naturale le sue melodie e la storia di un viaggio artistico lungo quasi 15 anni. In questa nuova tournèè Idan, solo sul palco, canterĂ  e suonerĂ  il pianoforte acustico, il piano elettrico, le percussioni, il drum pad & looper e anche qualche strumento giocattolo delle sue due figlie piccole.

Nel corso degli anni, Idan ha collaborato con pop star americane come India.Arie, Dave Matthews e Alicia Keys, senza parlare dei tanti artisti molto conosciuti nei loro paesi: la portoghese Ana Moura, il francese Patrick Bruel, Ornella Vanoni in Italia, Andreas Scholl in Germania, e il maliano Vieux Farka Touré, giusto per nominarne alcuni. Il musicista di Tel Aviv vanta anche una collaborazione importante con altri due grandi artisti del nostro Paese: dietro ad Amami Amami, nuovo singolo di Mina e Celentano, c’è la sua firma in qualità di compositore.
Nel 2003, Idan Raichel è stato catapultato dall’anonimato alla fama quando il suo brano Bo’ee, ha sfondato in radio con la sua incantevole miscela di voci etiopi e la seduzione del global pop. Praticamente nell’arco di una notte, l’Idan Raichel Project, progetto nato dalla collaborazione di piĂą di 95 musicisti provenienti da differenti background culturali, è diventato simbolo di quella musica capace di unire le persone e le sue ambiziose collaborazioni interculturali hanno cambiato la scena della musica pop israeliana, offrendo “un’affascinante vetrina per quella parte di Israele giovane, tollerante e multietnica, formatasi al di fuori del pensiero dominante” (Boston Globe). A partire dall’uscita del primo album a livello internazionale con Cumbancha nell’autunno del 2006 The Idan Raichel Project è diventato ambasciatore globale di un mondo diverso, nel quale le collaborazioni artistiche rompono le barriere tra persone di diversa estrazione e credo.
Il Billboard Magazine ha definito l’album dell’Idan Raichel Project “Una delle piĂą affascinanti opere emerse nella world music quest’anno… tour de force multietnico.” Il New York Times lo ha inserito tra le migliori uscite dell’anno, e tutti i media dal PerĂą al Portogallo sono stati unanimi nel loro elogio. L’album ha ricevuto anche la nomination come “Best World Music Album of the Year” dai BBC Radio 3 Award for World Music.

Queste le date italiane (organizzazione a cura di KinoMusic):

21 febbraio – MILANO – Blue Note – www.bluenotemilano.com
22 febbraio – VERONA – Teatro Camploy – www.eventiverona.it
25 febbraio – FIRENZE – Sala Vanni – www.eventimusicpool.it
15 marzo – ROMA – Audditorium PdM – www.auditorium.com

You might also like

CONCERTI

Bis milanese per Bruce Springsteen & The E-Street Band

A grande richiesta, Barley Arts comunica che raddoppia il concerto di Bruce Springsteen & The E-Street Band allo Stadio San Siro di Milano. Dopo il live del 3 Luglio, giĂ 

CONCERTI

Glen Hansard: cinque concerti estivi per l’artista irlandese

L’irlandese Glen Hansard, già frontman dei Frames, metà degli Swell Season e vincitore di un Oscar per la colonna sonora di Once, arriverà in Italia per cinque imperdibili live tra

CONCERTI

Roger Waters annuncia un nuovo appuntamento live a Bologna

Visto il grandissimo successo di vendite delle prime due date annunciate (21 e 24 aprile) e già esaurite in meno di un’ora questa mattina, viene aggiunta una terza data al