GruVillage 2017: un art-movie per presentare gli ospiti di questa edizione

GruVillage 2017: un art-movie per presentare gli ospiti di questa edizione

Il GruVillage 2017, il festival musicale alle porte di Torino che al 12° anno di vita è una delle manifestazioni musicali di punta del panorama estivo del nord ovest, viene raccontato in 45 secondi attraverso gli occhi e le atmosfere androideee di PixelPancho, “l’artista venerato come una rockstar nel mondo della street art” (cit. Rolling Stone) e di rs03 – robot snodabile 03. Il video, diretto dal regista e musicista Marco Testa, si nutre delle atmosfere post industriali che PixelPancho riproduce nelle sue opere, e presenta la line up del Festival: i nomi degli artisti che si esibiranno sul palco del GruVillage compaiono su vari oggetti metallici e non, nell’officina in cui l’artista costruisce il robot, come se fossero ingredienti di un’antica pozione magica o elementi fondamentali di un progetto in costruzione. Il video, richiama l’immaginario gotico dei film di Tim Burton e delle illustrazioni di Edward Gorey, portando lo spettatore in un’atmosfera steampunk onirica, ma tangibile, fantastica, ma reale. Si rappresenta così l’anima più vera del GruVillage: nell’arena del festival il suono intangibile si trasforma in emozione pura, diventando colore e memoria. L’esperienza di un concerto regala così alla nostra vita la consistenza di una favola, un po’ reale e un po’ immaginaria.

La collaborazione fra GruVillage e PixelPancho non si limita a questo: l’artista ha dipinto in esclusiva per il festival un acquerello su serigrafia stampata a mano da Sericraft. La sua Mademoiselle Le Gru è la leading image dell’edizione 2017 del festival. Raffigura un robot dalle sembianze umane e femminili in abiti ottocenteschi, che stringe a sé una gru immersa in un enorme bouquet di piante e fiori. Dettagli rappresentativi di un festival che si svolge a Grugliasco, città il cui toponimo fa riferimento alle gru che un tempo sostavano nell’area durante le migrazioni stagionali. Un luogo che con il tempo non ha tradito la sua vocazione di crocevia e di incontro.

GruVillage per il terzo anno sceglie l’arte contemporanea come veicolo per comunicare un festival abbastanza anomalo nel panorama italiano. 14 date racchiuse in un mese e mezzo (dal 19 giugno al 29 luglio). Una programmazione musicale di grande qualità, eclettica e trasversale a prezzi molto accessibili. Arte, intrattenimento, cultura. Un’ottima accoglienza in un’oasi verde, uno spazio di quasi 6.000 mq attrezzato al meglio per artisti e pubblico e dotazioni tecniche residenti di altissimo livello. Un occhio di riguardo per il welfare del proprio pubblico con un’offerta che include anche servizi legati al green, alla mobilità sostenibile e alla promozione culturale e turistica del territorio. Il GruVillage propone non un concerto, ma un vero e proprio salotto a cielo aperto, curato nei minimi dettagli, in cui far vivere un’esperienza completa e indimenticabile. La line-up 2017: i protagonisti del rap italiano J-Ax e Fedez (19 giugno), la principessa del rock britannico Jess Glynne (26 giugno – unica data in Italia), la band londinese Bastille (4 luglio – unica data nel nord di un tour di sole 3 tappe) gli assi piglia tutto Benji e Fede (6 luglio), gli idoli dei più giovani Clean Bandit (19 luglio luglio – unica data nel nord di un tour di sole due tappe), il leggendario pianista jazz statunitense Chick Corea con il mostro sacro del banjo Bela Fleck (13 luglio – unica data nel nord ovest), il re delll’electro swing Parov Stelar con la sua band (14 luglio – unica data nel nord ovest), il cantautore spagnolo e giudice di X Factor Álvaro Soler (18 luglio – prima data del tour Italiano, unica in Piemonte) e la cantautrice newyorkese del momento LP (25 luglio – unica data in Piemonte); infine il podio dell’ultimo festival di Sanremo con il vincitore Francesco Gabbani (20 giugno) e una delle cantautrici italiane più amate Fiorella Mannoia (10 luglio); infine il sex symbol della musica italiana Nek (11 luglio). Il Festival offre anche il più spettacolare evento di rock sinfonico mai creato, Queen At the Opera (1 luglio) e chiude con La Grande Festa della Taranta, un evento gratuito che partirà il pomeriggio e proseguirà fino a notte inoltrata, un closing party che si ispira ai ritmi salentini per accogliere al meglio l’estate.

You might also like

EVENTI

Stefano Bollani e Niccolò Fabi al Ravello Festival

Dopo l’appuntamento di domani, venerdì 7 agosto, con il jazzista Danilo Rea e il pianista iraniano Ramin Bahrami per lo spettacolo, novità del 2015, “In Bach?” (Belvedere di Villa Rufolo

REPORTAGE

L’Home Festival chiude l’edizione 2015 con Negrita e Fedez

Home Festival 2015, domenica 6 settembre Eccoci all’ultima conclusiva giornata dell’Home Festival 2015, iniziato con l’apertura dei cancelli stamattina per la Fiera del Disco e nel pomeriggio con la festa

EVENTI

Il Primo Maggio a Bologna, sotto la direzione di Eugenio Finardi

Eugenio Finardi, per il secondo anno consecutivo, è il direttore artistico del Concerto del Primo Maggio a Bologna che l’anno scorso ha fatto il suo esordio con una programmazione variegata