Warning: imagejpeg(): gd-jpeg: JPEG library reports unrecoverable error: in /home/thefron7/public_html/wp-includes/class-wp-image-editor.php on line 402
La pioggia non perdona: Gregory Porter costretto a cancellare il concerto

La pioggia non perdona: Gregory Porter costretto a cancellare il concerto

Grande delusione e altrettanto rammarico per gli organizzatori di MonforInJazz. In occasione del 40° compleanno del festival erano riusciti ad inserire nel cartellone il cantante americano Gregory Porter, vecchio pupillo del direttore artistico Renato Moscone.

Come talvolta accade, quando una cosa è particolarmente agognata, rischia di essere messa in discussione da piccoli dettagli. Così è stato. Ieri sera sull’incantevole Auditorium Horszowski si è accanita la pioggia, che a più riprese ha allagato il palco (scoperto) e l’anfiteatro naturale.

Il primo acquazzone (per altro previsto dalle previsioni) è arrivato verso le 20 ed è durato circa un quarto d’ora. Appena spiovuto si sono messi in moto i volontari, che hanno spazzato l’acqua e asciugato il palco, giusto in tempo per accogliere il prestigioso artista.

Nessuno, però, aveva fatto i conti con un secondo (ed imprevisto) rovescio, che ha nuovamente allagato il palco, bagnando l’attrezzatura e, soprattutto, i dispositivi elettrici.

Mentre i circa 300 spettatori (alcuni provenienti da Francia, Germania e Belgio) stavano già assaporando l’inizio del concerto è arrivata la ferale notizia: per motivi di sicurezza l’organizzazione è costretta ad annullare lo spettacolo. Febbrile nel back stage la trattativa tra il management di Porter e Moscone. Da una parte l’artista avrebbe voluto comunque esibirsi, ma dall’altra tutti erano coscienti che sarebbe stato troppo rischioso partire.

L’annuncio, visto che nel frattempo aveva nuovamente smesso di piovere, è stato accolto con disappunto dal pubblico, che ha chiamato a gran voce Porter. L’artista dopo pochi minuti è salito sul palco per salutare tutti quanti e spiegare i motivi dell’annullamento “Io sono un performer – ha dichiarato – e vorrei sempre cantare, anche con la pioggia. Purtroppo la situazione è pericolosa ed è necessario garantire l’incolumità di tutti”. Prima di tornare in camerino, Gregory ha voluto comunque regalare una chicca a tutti i presenti. Accompagnato dal solo pianoforte, ha dedicato a tutti quanti un brano acustico.

I possessori dei biglietti saranno risarciti integralmente. Nei prossimi giorni, sul sito del festival (www.monfortinjazz.it) saranno indicate le modalità di richiesta del rimborso.

Foto e testo di Vincenzo Nicolello

Previous Il visual show dei The Chemical Brothers al Market Sound di Milano
Next I Cani si confermano in forte ascesa anche al Sirens Festival

You might also like

CONCERTI

Un’incursione tutta italiana per i 2Cellos a Verona e a Roma

Un’incursione tutta italiana per i 2Cellos, che in una breve pausa del tour mondiale tornano nel nostro Paese per partecipare ai due eventi di maggior rilievo mediatico dell’anno, ovvero la

GALLERY

Caparezza torna ad elettrizzare il Carroponte

Caparezza torna anche quest’anno sul palco del Carroponte di Sesto San Giovanni (MI), dopo un anno di grandi soddisfazioni, grazie al suo ultimo disco – Museica – ed il seguente

EVENTI

Il cattivo tempo non ferma la musica al concerto del Primo Maggio di Bologna

Grande successo per il concerto del Primo Maggio di Bologna che anche quest’anno ha visto sul palco in qualità di padrone di casa il giornalista, scrittore e conduttore radiofonico Luca