I Girls in Hawaii deliziano i palati fini del Locomotiv di Bologna

I Girls in Hawaii deliziano i palati fini del Locomotiv di Bologna

La band belga che è tornata, dopo 4 anni di silenzio, nel settembre 2017 con un nuovo disco dal titolo Nocturne, prodotto ancora una volta da Luuk Cox, porta il loro pop rock nel nostro paese per ben 4 date.

Si parte stasera dal Locomotiv di Bologna per poi andare a Milano, Roma e Torino.

La serata fuori è quasi estiva, mentre all’interno del locale bolognese non è che faccia così tanto caldo. Il pubblico non è di certo quello delle grandi occasioni, ma di certo è molto competente visto che questa band soprattutto verso la fine della prima decade del nuovo millennio ha fatto molto parlare di se.
Dopo la morte del batterista storico, si sono un po’ persi, ma dal vivo sono meravigliosi.

Aprono giustamente con brani del nuovo disco: This Light  o Indifference e brani del precedente album come Changes Will Be Lost e Switzerland. Questa apertura risulta molto malinconica, ma del resto tutto il nuovo disco lo è.
Con i brani un po’ più datati si scaldano di più , canzoni allegre scanzonate per far ballare il pubblico. Rock, pop elettronica tutto un mix perfetto per far divertire il pubblico presente.

Antoine e Lionel sono i due mattatori della serata, ma è Christophe Léonard che ad un certo punto con il suo italiano maccheronico svela un retroscena di come i carabinieri italiani gli abbiano dato un gentile benvenuto nel nostro paese con una bella multa da 1000 euro. Tralascio i riferimenti calcistici sul portiere della nazionale che forse è meglio, ma sta di fatto che il Belgio è ai mondiali e noi no.

Dopo le prese in giro si torna alla musica.
Nella seconda parte del concerto si continua a ballare con Lionel che si mette a cantare anche in mezzo al pubblico come se fosse in un concerto punk e gli altri membri della band che lo seguono dal palco senza perdere un colpo.
Potrà mai esistere una cover band dei Girls in Hawaii? Ebbene si perchè ad un certo punto salgono sul palco due membri di una loro cover band (voce e batteria) e si mettono a cantare insieme sul palco.
Avrebbero voluto chiudere con Blue degli Eiffel 65, ma per fortuna ci deliziano con la classica A.M. 180 dei Grandaddy. 

Un concerto fresco e divertente che serve proprio per anticipare la bella stagione che è ora mai alle porte.

SETLIST:
This Light
Indifference
Changes Will Be Lost
Switzerland
Misses
Not Dead
Sun of the Sons
Time to Forgive the Winter
Walk
Monkey
The Fog
Road to Luna
Birthday Call
Rorschach

Encore:
Flavor
Guinea Pig
A.M. 180 (Grandaddy cover)

Un ringraziamento particolare a DNA concerti e locomotiv club per il gentile invito.

foto e testo di Carlo Vergani

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi