Fabri Fibra condannato a risarcire Valerio Scanu per diffamazione

FABRI FIBRA

Fabri Fibra condannato a risarcire Valerio Scanu per diffamazione

E’ da qualche giorno che questa vicenda sta infiammando gli utenti della rete, non tanto per quanto effettivamente successo, ma per ciò che tutto questo rappresenta. Ma andiamo per gradi.

Qualche giorno fa, il rapper Fabri Fibra è stato condannato dai giudici di Milano a risarcire 20mila euro a Valerio Scanu. Il motivo? Diffamazione, almeno secondo la corte. Il rapper marchigiano, infatti, nel suo brano A Me Di Te, ha inserito alcune frasi – sicuramente offensive – dirette al giovane talento uscito da Amici.

«In realtà è una donna. Gli ho abbassato i pantaloni e sotto aveva un tanga».

Questa sarebbe la frase chiave del testo, che ha fatto mobilitare giudici e avvocati. Niente di volgare, come potete leggere, ma sicuramente sarcastico e provocatorio.
Ora, il rap e Fabri Fibra (come suo rappresentate) è da sempre conosciuto per le provocazioni e immaginiamo che questa frase abbia proprio questo obiettivo. Se poi la confrontiamo con alcuni testi di rapper americani che a volte ci vanno davvero giù pesante, questa sembra semplicemente una ragazzata.
Ora, che Valerio Scanu potesse offendersi per questo, è anche naturale, ma questa sentenza non è forse un freno alla libertà di espressione?

Questo un estratto del commento a caldo del rapper, comparso su Facebook:

“…Pensavo di potermi esprimere come meglio credevo perché sono un artista, ma logicamente se un testo del genere viene letto in un’aula di tribunale davanti a un giudice, il risultato cambia e di molto. In Italia il rap lascia ancora interdetti e pago perciò questi 20.000€ di multa per avere avuto la possibilità di criticare e raccontare con il rap certe immagini e situazioni. All’estero nei testi del rap si tirano in ballo molti personaggi dello spettacolo con immagini altrettanto forti (anche nei video, basti vedere l’ultimo di Kanye West). Con la fama e il successo arriva di tutto, anche il protagonismo che non ti gratifica, anche quello non voluto. Lo dovrebbero capire tutti, e io l’ho capito bene anche a spese mie…”



#Follow us on Instagram