Dolcenera inaugura il suo nuovo tour da Crema

Dolcenera inaugura il suo nuovo tour da Crema

Dolcenera ha inaugurato il suo nuovo tour dal Teatro San Domenico di Crema (CR), come già aveva fatto in passato. L’artista, che ha recentemente festeggiato i suoi primi 40 anni, regala ai numerosi fan accorsi nella suggestiva location cremasca uno show coinvolgente ed energico, con oltre due ore di musica.

Uno spettacolo che ci mostra come la cantante pugliese sia maturata, ma come abbia comunque mantenuto quel pizzico di follia ed istintività che da sempre la caratterizzano. Dolcenera non è più una ragazzina, ma rimane comunque una sognatrice. 
Sul palco al suo fianco, Lorenzo Ottonello alla batteria, Antonio Petruzzelli al basso, Mattia Tedesco alla chitarra e Michele Papadia alle tastiere e pianoforte. 

Questa la setlist della serata:
Accendi lo spirito
Il sole di domenica
L’amore è un gioco
100 mila watt
Mai più noi due
Fantastica
Immenso
Amore disperato
Piano e voce
Ci vediamo a casa
Il mio amore unico
2 vite
Ora o mai più
Un peccato
L’amore sa
Universale
Siamo tutti là fuori
Com’è straordinaria la vita
Niente al mondo

Produzione Massimo Levantini per Live Nation, Ufficio Stampa Letizia D’Amato srl Studio di Comunicazione

Di seguito, gli scatti della serata per gentile concessione di Denis Ulliana:

About author

You might also like

GALLERY

Fast Animals And Slow Kids: grande festa all’Alcatraz di Milano!

Tornano a calcare i palchi di tutta Italia i Fast Animals And Slow Kids che forti della pubblicazione del loro ultimo album “Forse Non è La Felicità” approdano in un

REPORTAGE

Seconda giornata all’Home Festival con J-Ax e Subsonica

Venerdi 4 settembre 2015 Siamo al second day dell’Home Festival 2015 ascoltando e ballando il raggae dei Mellow Mood sul palco Isko Tent, gruppo di Pordenone formatosi nel 2005. Anche

REPORTAGE

Tre sere di sold out al Blue Note per Billy Cobham

Riconosciuto come il più importante batterista jazz-fusion per la sua potenza e tecnica percussiva, Billy Cobham ha raggiunto l’apice della fama a metà degli anni Settanta divenendo uno dei batteristi