Disco della settimana: “Ode to a friend” di Old Sea Brigade

Old Sea Brigade

Ode To A Friend

Nettwerk music group

 

Ode To A Friend” è il debut album del compositore e polistrumentista americano Ben Cramer , in arte Old Sea Brigade.

Dopo un acclamato EP del 2017 e lunghi tour al fianco di gente del calibro di Lewis Watson e Julien Baker, ecc un album intriso di malinconia e savoir faire nu folk, il linea con una scuola che parte da Will Oldham e arriva sino all’acclamato Passenger.

Un disco intenso e personale, dedicato all’amico scomparso, il miglior amico di un artista che ci racconta le sue personali emozioni con una miscela di ritmi cantautoriali e architetture indie folk di tipo acustico. Dentro la sua musica, però, è facile trovare anche il cuore pulsante dell’ambienta analogico, con i synth che si mischiano alla melodia nella profondità di brani come Seen a Ghost e Resistance.

Old Sea Brigade trova nella musica una risposta all’elaborazione del lutto, ma non risulta mai appesantito dalla perdita del caro amico, dedicandogli attenzioni positive e suoni contemporanei, in un mix di delicatezza che ricorda certi lavori di Iron & Wine. Talento puro da Atlanta, con preziosità basilari e intime in Stay Up, bella risposta ai tempi che corrono e alle disgrazie personali, prima del fingerpicking acustico lento e deciso, con accenni di female voice, di una gemma come Western Eyes.

Meritevole di più di un attenzione, aprite l’anno con queste liriche preziose, con un Old Sea Brigade che vi conquisterà il cuore.

 

Andrea Alesse

recensioni@thefrontrow.it



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi