Al Sexto’Nplugged in scena il folk di Austra e Dillon

Al Sexto’Nplugged in scena il folk di Austra e Dillon

Tornano a puntarsi i riflettori su Sesto Al Reghena che ieri sera – nella stupenda cornice di Piazza Castello per Sexto’Nplugged Festival, si sono esibiti l’artista di origine brasiliana Dillon e la band canadese Austra.

Ad aprire la serata è la formazione guidata dalla carismatica Katie Stelmanis, che ha pubblicato il 20 gennaio Future Politics (Domino/Self), il terzo e piĂą ambizioso album. Una speranza radicale, “un impegno per sostituire la distopia che si avvicina”Future Politics, così come il live show proposto, si muove tra beat elettrizzanti e melodie cinematografiche, il tutto accompagnato dalla maestosa vulnerabilitĂ  della voce di Katie. 

A chiudere la serata Dominique Dillon de Byington, alias Dillon, elogiata dalla critica con il disco d’esordio, This Silence Kills (2011), si è da subito ricavata l’attenzione dei media, riconfermando le sue doti con il successivo The Unknow (2014). Il suo sound, drammaticamente minimale ed arricchito da una voce dark-melodica, si pone tra l’elettronica e la musica da camera.

Nel ringraziare l’associazione culturale Sexto per il gentile invito, vi lasciamo agli scatti della serata a cura di Denis Ulliana:

 

You might also like

REPORTAGE

Grande debutto italiano per Charlie Puth, in concerto a Milano

Può certamente dichiararsi soddisfatto Charlie Puth, dopo l’accoglienza ricevuta ieri al Fabrique di Milano, per il suo primo concerto in Italia. Il giovane cantante e musicista (oltre che produttore e

GALLERY

Trionfo al Carroponte per Francesco De Gregori

Ieri sera il Carroponte di Sesto San Giovanni (MI) ha ospitato uno degli artisti piĂą attesi di questa edizione 2015: Francesco De Gregori. Il cantautore romano si trova in tour

GALLERY

Judas Priest e Five Finger Death Punch live a Milano – Le Foto

Se parlassimo di attitudine live, puro talento per l’intrattenimento e belle canzoni verosimilmente, oggi, uno dei primi nomi nuovi in ambito metal che dovrebbe venirci in mente è quello dei