I Dillinger Escape Plan si congedano dal pubblico italiano con uno show infuocato

I Dillinger Escape Plan si congedano dal pubblico italiano con uno show infuocato

Dopo qualche anno di assenza dal nostro paese ecco finalmente ritornare in Italia una delle bands più amate nel nostro paese per tre show che proclamano la fine del progetto Dillinger escape plan.

Secondo recenti interviste infatti Ben Weiman chitarrista fondatore dei DEP avrebbe dichiarato lo scioglimento ufficiale della band dopo l’uscita del loro ultimo disco “Dissociation” e il tour promozionale che celebra oltretutto anche l’anniversario dei 20 anni di attività.
I 5 del New Jersey considerati dei veri e propri innovatori del Math Core sono senza dubbio uno dei nomi più amati dell’ascoltatore di musica estrema : la loro intera discografia varia da sonorità grind, hardcore & math prog ad atmosfere industrial e new wave, le loro performance impeccabili e furiose hanno fatto si che i DEP si guadagnassero la nomea di band ” più pericolosa al mondo”.

Dopo lo show di Roma e di Cagliari ecco chiudere il mini tour italiano al Zona Roveri di Bologna.

Ad aprire il concerto di ci sono due power duo gli Zeus e gli Ovo 2.

Sono due gruppi ben distinti, il primo basso/batteria con sonorità più alternative metal, mentre i secondi più rudi con la combo chitarra/batteria.

Il loro suoni assordanti riescono nell’intento di scaldare per bene il popolo dei DEP.

Si spengono le luci finito il riscaldamento ed è ora di entrare in battaglia.

Si perchè i concerti dei DEP sono una vera battaglia, con i suoni martellanti della band che si accompagna all’incredibile mosh pit della folla.

Le luci stroboscopiche amplificano l’energia della band con un dannato Greg Puciato che ogni due per tre è nei pressi delle transenne per sentire il calore della folla.

Il chitarrista Ben Weinman non è da meno è anche lui si mette a suonare sopra le casse insieme a Puciato.

Nonostante abbiamo negli anni molto spesso cambiato sonorità i Dillinger escape plan, dal vivo sono una macchina da guerra trasformando ogni brano in un proiettile che si trafigge nei corpi di ogni spettatore.

Non ci sono pause, la band vuole far impazzire i presenti come durante i brani Milk Lizard e  Panasonic Youth.

Prima di abbandonare definitivamente il palco del Zona Roveri tornano con una doppietta incredibile come Sunshine the Werewolf43% Burnt anticipate dalla meravigliosa Good Neighbor.

Alla fine del concerto non ci sono lacrime e ringraziamenti particolari.

Con questo concerto si chiude un era molto particolare che ci ha visto tutti partecipi.

l’Italia da l’addio ad una delle band più influenti della scena, e ringrazia la band per uno show indimenticabile che ci porteremo per sempre nel cuore.

GRAZIE Dillinger Escape Plan

SETLIST:

Prancer
When I Lost My Bet
Black Bubblegum
Milk Lizard
Panasonic Youth
Surrogate
Symptom of Terminal Illness
Weekend Sex Change
Hero of the Soviet Union
nothing to forget
One of Us Is the Killer
Farewell, Mona Lisa
Limerent Death

Encore:

Good Neighbor
Sunshine the Werewolf
43% Burnt

Si ringrazia Helfire booking per il gentile invito

Foto e testo di Carlo Vergani

Dillinger Escape Plan

Ovo 2

Zeus

You might also like

REPORTAGE

La magica notte milanese di Tini!

La cantante e ballerina Martina Stoessel è cresciuta e ha smesso di vestire le vesti della star Violetta incidendo un nuovo disco di inediti sotto lo pseudonimo di Tini. Ma

REPORTAGE

Ludovico Einaudi: Splendida serata al Teatro Ponchielli di Cremona

Grande serata con Ludovico Einaudi nella splendida cornice del Teatro Ponchielli di Cremona. Ludovico Einaudi, compositore e pianista. La sua musica affonda le radici nella tradizione classica con l’innesto di

GALLERY

Arisa come una sposa al LinearCiak di Milano

Le istruzioni erano chiare, “indossate qualcosa di bianco”, ed il pubblico del LinearCiak ha eseguito. Che fosse un concerto insolito, questo di Arisa per il suo Voce Tour 2017, era