Dee Dee Bridgewater illumina la notte al Festival AcqueDotte

Dee Dee Bridgewater illumina la notte al Festival AcqueDotte

La seconda edizione del Festival AcqueDotte, è iniziata ieri sera in Grande stile nel bellissimo Palazzo Trecchi di Cremona con il concerto di Dee Dee Bridgewater. Un omaggio musicale della stupenda jazzista nel decennale dell’uragano Katrina che distrusse New Orleans

Dee Dee Bridgewater, jazzista americana, è una delle punte di diamante di questa edizione della rassegna, che ha scelto il tema dell’acqua come suo filo conduttore e che dividerà i suoi appuntamenti tra Cremona e Salò: due località bagnate dall’acqua, quella del Po e quella del Garda, pronte ad unirsi in un unico flusso di note, di emozioni e di riflessioni. Dee Dee Bridgewater è considerata una delle poche eredi delle grandi voci femminili del Jazz, e nel 1999 è stata anche nominata Ambasciatrice delle Nazioni Unite (FAO).

Un tema che Dee Dee Bridgewater sviluppa attraverso un programma che vuole essere uno straordinario omaggio alle persone e alla cultura di New Orleans, un pensiero in musica a dieci anni esatti dal disastro provocato dall’uragano Katrina.

“Le acque di Katrina – ricorda Dee Deehanno portato via così tanto a così tante persone. Possiamo solo guardare a questo progetto come ad un esempio tangibile di amore, di rinascita e di guarigione attraverso l’arte del jazz”.

A Cremona la straordinaria cantante statunitense ha presentato le canzoni del suo ultimo disco Dee Dee’s Feathers, ma anche canzoni tratte da tutto il suo repertorio. Ma non è solo la voglia di esibirsi a spingere Dee Dee a Cremona: “L’Italia è da sempre un Paese che porto nel cuore: amo la vostra cultura, il gusto per la vita, il calore della gente, l’amore per la figura della mamma. E poi adoro la cucina – la mia preferita -, le arti, la moda, il design.. potrei viverci, in Italia!”.

La seconda edizione del Festival AcqueDotte, organizzata dai Comuni di Cremona e Salò e costruita dal direttore artistico Roberto Codazzi, proseguirà poi con l’eclettismo della Banda Osiris (17 luglio, Salò), con Hevia e la sua cornamusa elettronica (29 luglio, Cremona), con il tango sensuale di Ute Lemper (2 agosto, Cremona), con le spettacolari coreografie dell’Evolution Dance Theater (11 agosto, Cremona), con la coppia d’oro formata da Greta Panettieri e Fabrizio Bosso (20 agosto, Salò), con Moni Ovadia accompagnato dall’Orchestra Adriatica (26 agosto, Cremona), con le sonorità sudamericane della Tango Spleen Orquesta (28 agosto, Cremona) e con i suoni africani di Saba Anglana (3 settembre, Salò). Fuori programma l’epilogo del 17 settembre con il Jazz Day promosso da MIDJ (Musicisti italiani di jazz), che porterà a Cremona i migliori astri nascenti del jazz nazionale

Ringraziamo l’Ufficio stampa Morning Bell per il graditissimo invito ed il Festival AcqueDotte per l’ospitalitĂ . Vi lasciamo ad una selezione foto della serata a cura di Stefanino Benni:

You might also like

GALLERY

La voce e le trasparenze di Florence Welch incantano l’Unipol Arena di Bologna

Dopo l’enorme successo dell’inverno scorso al Forum di Milano, la carismatica e icona di stile e di eleganza Florence Welch, torna nel nostro paese per due date a Bologna e

REPORTAGE

Umberto Tozzi festeggia i 40 anni di Ti Amo a Lugano

Sono giĂ  40 anni che Umberto Tozzi ha lanciato sul mercato discografico il suo pezzo piĂą celebre, quel Ti Amo entrato di diritto negli annali della musica italiana e che

GALLERY

Eric Sardinas Live Al New Age di Roncade

Serata all’insegna del blues al New Age di Roncade. Ospite dello storico club trevigiano, il chitarrista di Fort Lauderdale, Eric Sardinas. Chi è convinto che il blues non sia un