Addio al Duca Bianco: David Bowie è morto ieri

Dopo la tragica scomparsa di Lemmy Kilmister, il mondo della musica si trova oggi a dover fronteggiare un altro difficile lutto. Nonostante la speranza che si trattasse solo di uno scherzo di cattivo gusto, gli account ufficiali della star non lasciano dubbi: David Bowie è morto.

Lo abbiamo celebrato solo qualche giorno fa, quando – nel giorno del suo 69esimo compleanno – è uscito in tutto il mondo Blackstar, il suo ultimo e apprezzato album, un disco con cui l’artista ci ha mostrato quanta creatività avesse ancora.
E oggi arriva questa triste notizia:

“10 Gennaio 2016 – David Bowie è morto in pace oggi, circondato dai suoi familiari dopo una coraggiosa battaglia lunga 18 mesi contro il cancro. Se molti di voi condivideranno questo lutto, vi chiediamo di rispettare la privacy della famiglia durante questo periodo”.

Con questo stretto comunicato la famiglia e il suo staff comunica al mondo la grande perdita, prima smentita e poi confermata dal figlio Duncan Jones.
Un artista che in 5 decenni ha rivoluzionato la storia del rock, rinnovandosi sempre nello stile e nell’immagine, sperimentando con il folk, l’elettronica ed il glam rock, sempre un passo avanti rispetto a tutti.

Nel seguito alcune parole scritte ancora ieri dall’Amico Fotografo Diego Feltrin, prima che si apprendesse della morte del Grandissimo David Bowie:

The importance of being David
Ci sono artisti che, negli ultimi 20/30/40 anni, hanno fatto la storia della musica rock.
Molti di questi si ostinano tutt’ora a fare dischi, il più delle volte inutili se non brutti. E spesso mi chiedo “ok ti sei permesso il lusso di fare questo disco perché ti chiami X. Ma se un gruppo emergente si fosse presentato ad una casa discografica con un prodotto del genere, qualcuno glie lo avrebbe mai pubblicato?” Io non credo proprio.
Poi arriva lui, il Duca Bianco, colui che viene da Marte, Major Tom, o più semplicemente Mr David Robert Jones detto Bowie. E si presenta con questo Black Star. David lo conosciamo tutti, una vita a sperimentare sotto tutti i punti di vista, umano, musicale, sessuale. Non si è mai risparmiato e nel corso degli anni ci ha regalato un capolavoro dopo l’altro, un disco diverso dall’altro. Sperimentando appunto qualsiasi genere, non lasciando nulla di intentato. Black Star non è un disco che si ascolta tutto d’un fiato, magari facendosi un bel viaggetto in auto. Black Star è l’ennesima prova d’autore di chi, a 69 anni, ha ancora qualcosa da dire, ancora qualcosa da insegnare a chi crede di saper fare musica e si vanta per questo. Questo disco va ascoltato con calma, un brano alla volta, scoprendone tutte le sonorità, senza avere fretta e senza preconcetti.
Non è rock, non è certo jazz ne pop. Black Star è un disco di David Bowie e non potrebbe essere di nessun altro. Major Tom è sceso sulla terra e ci ha regalato il suo ennesimo immenso capolavoro…….”

Due delle foto di copertina a cura del Fotografo Vincenzo Nicolello

Editor review

Summary

Arrivano dagli account Facebook ufficiali le conferme sulla scomparsa di David Bowie a pochi giorni dalla pubblicazione del suo Blackstar.

You might also like

NEWS

L’ultimo concerto dei Black Sabbath in 1.500 cinema in tutto il mondo

I Black Sabbath, lo sappiamo, hanno definitivamente chiuso il capitolo live lo scorso febbraio, con l’ultimo concerto in carriera del The End Tour. E questo concerto, registrato alla Genting Arena

NEWS

L’annuncio dei Foo Fighters: ‘Non ci sciogliamo, lo volete capire?’

Anche questa mattina, non si parla altro che dei Foo Fighters. Nella notte è comparso un video, in cui la band ha fatto il tanto atteso, quanto temuto, annuncio. Ma

NEWS

X Factor 10: Andrea non va oltre la semifinale, ospiti LP, Gió Sada e Urban Strangers

Cala il sipario sulla semifinale di questo X Factor 10, che ha – di fatto – segnato l’ingresso nel mondo discografico dei cinque concorrenti. La puntata più importante, in questo