dario-fo

Addio a Dario Fo, il ‘giullare’ da Premio Nobel

Si è spento questa mattina all’età di 90 anni, il Premio Nobel Dario Fo. Drammaturgo, attore, regista, scenografo, attivista, scrittore e pittore, Dario Fo soffriva da tempo di problemi polmonari, che sono peggiorati nell’ultimo periodo, costringendolo al ricovero ospedialiero – all’ospedale Sacco di Milano – dove poi si è spento per sempre.

Solo 20 giorni fa – era il 20 Settembre – aveva presentato al pubblico il suo ultimo libro, Darwin, dedicato allo scienziato omonimo che per primo formulò la teoria dell’evoluzionismo.
Ma dal 2013, anno della scomparsa della compagna di vita Franca Rame – con cui visse una storia d’amore tanto intensa quanto turbolenta – qualcosa era cambiato. Poi è avvenuta la dipartita dell’amico e collega Enzo Jannacci e, più recentemente, quella di Gianroberto Casaleggio.
I suoi occhi nell’ultimo periodo apparivano stanchi, ma la scintilla brillava ancora.

Fo, per sua stessa ammissione, ha vissuto un esistenza “esageratamente fortunata”: chi avrebbe mai pensato il destino che avrebbe riservato la vita ad un figlio di un capostazione nato in un paesino sul Lago Maggiore.

Tra i suoi scritti più famosi Mistero Buffo, Morte Accidentale di Un Anarchico, Poer Nano, Il Fanfani rapito, Non si paga non si paga, Pum pum! Chi è? La polizia, Tutta casa, letto, chiesa, Clacson, trombette e pernacchi.
Nel 1997 vinse il Premio Nobel per la Letteratura (per il quale fu candidato anche nel 1975) con la seguente motivazione: “perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, dileggia il potere restituendo la dignità agli oppressi”. Il suo commento fu: “Con me hanno voluto premiare la Gente di Teatro”.



#Follow us on Instagram

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra e da terze parti. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi