Addio Chris Cornell: la voce degli Audioslave e Soundgarden si è spento a 52 anni

Addio Chris Cornell: la voce degli Audioslave e Soundgarden si è spento a 52 anni

Non ci vogliamo credere. Ma purtroppo è ufficiale. Chris Cornell, storica voce dei Soundgarden e degli Audioslave, è morto oggi all’età di 52 anni. La notizia è stata data dal suo agente Brian Bumbery, che ha contattato l’Associated Press, confermando che Cornell si è spento nella notte a Detroit.

La morte è stata definita “improvvisa ed inaspettata” ed ancora non sono state chiarite le cause. La famiglia di Cornell ha chiesto di rispettare la loro privacy e quella del cantante, mentre un esperto accerterà le cause della morte del rocker. 
La cosa più strana di questa vicenda è che alcune notizie sulla sua morte erano già circolate nei giorni scorsi, poi prontamente smentite dal management. Pensare che sia una coincidenza, è abbastanza improbabile. Quello che si può intuire è che Cornell si fosse già sentito male qualche giorno fa, e che qualcuno del suo staff avesse fatto circolare la notizia, che di bocca in bocca si è distorta.

L’ultimo suo post risale a ieri, pubblicato mentre Cornell si trovava a Detroit per la tappa del tour con i Soundgarden:

Questo, invece, un video di un fan proprio del concerto di ieri sera, in cui sembra che il frontman sia in perfetta forma:

Cornell era conosciuto ed apprezzato per il suo timbro di voce particolare, il suo marchio di fabbrica, che ha contribuito a definire il sound del grunge. Negli anni 90 è divenuto una delle icone di questo genere con i Soundgarden, in particolare dopo la pubblicazione dell’album Superunknown, che contiene il singolo più conosciuto Black Hole Sun. Nel 1990, assieme ad alcuni membri dei Pearl Jam, aveva formato il supergruppo dei Temple Of The Dog, scioltisi due anni dopo. Poi, negli anni 2000, insieme agli ex componenti dei Rage Against The Machine aveva fondato gli Audioslave con i quali ha pubblicato una serie di brani che rimarranno negli annali del rock (da Conchise a Show Me How To Live passando per Be Yourself e Revelations). L’ultimo lavoro del cantante risale al 2015 con l’album solista Higher Truth

Testo a cura di Claudia Favalli
Foto copertina per gentile concessione di Elena Arzani

Previous Papa Roach: un concerto in Italia in compagnia di Frank Carter & the Rattlesnakes
Next Nel nuovo singolo Bad Liar, Selena Gomez cita i Talking Heads

You might also like

TV

X Factor 2017: tutto pronto per il live, nella prima puntata ospiti J-Ax e le Ibeyi

I giochi sono fatti. Dopo la puntata dedicata agli Home Visit e andata in onda lo scorso giovedì, X Factor 2017 è pronto per entrare nel vivo, con la sua

NEWS

Muse: già registrati tre brani per il nuovo disco

I Muse hanno confermato che al momento si trovano in studio, a Londra, dove avrebbero già registrato tre nuovi brani. Il trio del Devonshire si sta preparando al tour americano, che

NEWS

Anche James Bay, Jess Glynne e Tori Kelly si esibiranno agli MTV EMA 2015

Tre tra i più promettenti giovani artisti del 2015 si aggiungono alla line up degli MTV EMA 2015. L’energica Tori Kelly, il cantante e autore di dischi di platino James